Angri. Dubbi sulla nuova sosta a pagamento. Levata di scudi

Angri. Sosta a pagamento nella bufera. Diventa un vero caso politico il passaggio di gestione dall’ente comune al soggetto privato la gestione quasi ventennale della sosta in città

Alberto Milo
Alberto Milo

Angri. Dubbi sulla nuova sosta a pagamento. Levata di scudi.

Sosta a pagamento nella bufera. Diventa un vero caso politico il passaggio di gestione dall’ente comune al soggetto privato la gestione quasi ventennale della sosta in città. Distinguo e precisazioni alla viglia dello switch – off tra la partecipata comunale e il gruppo privato stanno alimentando un clima già molto teso per la crisi commerciale conseguenza del COVID. Ritorna sulla vicenda anche Alberto Milo dell’opposizione consiliare.

Il distinguo di Alberto Milo sulla vicenda.

“Stamattina ci svegliamo con l’intervista di un esponente della maggioranza che dichiara: È giusto chiarire effettivamente come stanno le cose e precisare che il progetto interessato, ovvero l’affidamento al privato della gestione delle aree di sosta, è stato votato da tutto il consiglio comunale, maggioranza e opposizione” afferma Milo nella sua nota social.

“Mi domando, che senso ha mentire sapendo di essere poi smentito, per quanto mi riguarda – prosegue Milo – non ho votato e non avrei mai potuto votare, come si può riscontrare da delibera allegata, un progetto che esternalizza l’ennesimo servizio pubblico a un privato, come è stato fatto per la pubblica illuminazione e come stanno tentando di fare con il cimitero comunale. Forse qualcuno è abituato, solo quando gli conviene a vedere burattini e burattinai, questo non vale per il sottoscritto, io non sosterrò mai un provvedimento che svende la dignità della nostra comunità”.

Esposito: “favori ai privati liberi di gestire tutto”.

A fargli da eco Gianluigi Esposito, ristoratore locale e candidato alle ultime elezioni tra le fila del PD: “Praticamente al privato che gestirà i parcheggi a oggi gli abbiamo concesso tutti i benefici, lui con comodità ci darà qualcosa in cambio nel tempo! Non siete stati capaci nemmeno d’imporre che in questo periodo così difficoltoso le tariffe non andavano aumentate! Ma la cosa bellissima è sentire che il parcheggio dell’ex MCM sarà gratuito e per forza quella è un’area privata e il comune non può darla a un altro privato! Insomma oggi la sosta gratuita in quello spazio la consente la proprietà non l’ente! Il bello è che sono pure orgogliosi di questo capolavoro”

L.V.