Scafati. Responsabile Ufficio tributi, arriva Liberato Sicignano

Scafati. Sicignano eredita un ufficio dimezzatosi, nel suo personale, in appena un anno. Dai dodici dipendenti del novembre 2019 agli attuali sei

Scafati.
Scafati. allerta meteo

Scafati. Responsabile Ufficio tributi, arriva Liberato Sicignano.

Sarà Liberato Sicignano a sostituire a interim il collega Vittorio Minneci, oramai ex responsabile dell’ufficio Tributi. Minneci ha raggiunto la sua meritata pensione, ma prima di andare via, ha prodotto una dettagliata relazione in cui premeva per il potenziamento dell’ufficio da lui guidato, pena la perdita di importanti incassi tributari, con il rischio di danno erariale. Sicignano eredita un ufficio dimezzatosi, nel suo personale, in appena un anno. Dai dodici dipendenti del novembre 2019 agli attuali sei.

L’incasso dei tributi.

La capacità di incassare i tributi, dopo l’addio alla Geset voluto dalla Commissione Straordinaria, è stata messa in discussione dalle forze di opposizione consiliare, dal Pd al M5s, forti anche delle perplessità espresse dal Collegio dei Revisori dei conti nella loro relazione al Bilancio. I revisori oltre a chiedere il potenziamento dell’ufficio tributi, hanno diffidato l’Ente “a impegnare qualsiasi spesa se non dopo aver verificato e accertato l’entrata”. E’ chiaro quindi, che in mancanza di entrate, gli impegni di spesa resteranno solo voci di bilancio.

L’intervento di Nunzia Di Lallo.

“Entro i prossimi 30 giorni, al massimo, saranno postalizzati gli accertamenti riferiti al 2015. Si tratta di migliaia di atti con un valore nominale superiore ai 5 milioni di euro. Sono stati, inoltre, prodotti tutti gli avvisi Tari per omesso/parziale pagamento riferiti all’anno 2015, anche per quei casi in cui il credito non era a rischio decadenza”. Interviene nel merito l’assessore al Bilancio, Nunzia Di Lallo. “Sul fronte degli incassi 2020 abbiamo ad oggi incassato IMU pari a circa € 3.725362,93, al netto della quota statale, in linea con la previsione di bilancio pari ad € 7.116.363,00 nell’anno. Per la TARI da gennaio ad oggi sono stati incassati € 1.310.000, riferiti agli anni di imposta 2013-2019; per la sola annualità 2019 l’incasso è stato di € 816.000. Relativamente a COSAP e AFFISSIONI, per gli effetti dell’emergenza sanitaria e del consequenziale lockdown, si prevede un dimezzamento degli introiti rispetto a quanto inizialmente previsto”. Gli accertamenti notificati dal precedente concessionario per la riscossione tra il 2017 e il 2018 sono stati affidati all’Agenzia delle Entrate Riscossione.

Le circa tremila ingiunzioni fiscali.

“Per quanto riguarda le circa tremila ingiunzioni fiscali, sebbene il D.L. 129/2020 sembra averne rinviata la notifica, si condivide la prudenza espressa dal dottor Minneci, e sarà quindi cura del suo successore verificare la correttezza di tale interpretazione rispetto alla recente normativa, per poter adottare tutti i provvedimenti consequenziali”. Attualmente anche il posto di ragioniere capo è occupato ad interim, il bando per il nuovo funzionario economico si è appena concluso, una decina i partecipanti, tra cui l’uscente (e favorito) Marco Gagliarde. Sarà il sindaco Cristoforo Salvati a decidere, i colloqui si terranno in questi giorni tramite videoconferenza.
Adriano Falanga