Pompei. Valzer di poltrone ai vertici del Comune

Pompei Comune

Fare cambiamenti nella dirigenza comunale rappresenta uno dei temi fondanti della maggioranza amministrativa di Pompei che dopo aver mandato a casa il sindaco Amitrano prima della scadenza del suo mandato punta non solo a dare maggiore efficienza alla macchina amministrativa ma soprattutto a incanalare l’attività dei dirigenti nel cuneo delle scelte operate dalla politica riguardo ai contenuti operativi, le strategie ma anche le priorità, i tempi, i risultati e gli indirizzi di gestione interna (come la nomina della commissione per i concorsi di assunzione del personale). Riguardo alle novità sono già state registrate due novità. La prima ha riguardato la convenzione stipulata con il comune di Sant’Antonio Abate grazie alla quale l’ingegnere Graziano Maresca è arrivato in forza all’ufficio tecnico di Pompei (come secondo dirigente). Allo stesso tempo è stato assunto con contratto a termine (per il contenzioso) una vecchia conoscenza (Salvatore Petirro) che ha operato per 3 anni al Comune di Pompei (dal 2008 al 2010) quale dirigente ai servizi sociali. Ne deriva che il sindaco di Pompei Carmine Lo Sapio nella rimodulazione dei vertici della macchina comunale, anche ai fini dell’anticorruzione ed efficientamento, opererà alla ridistribuzione degli incarichi tra i vari settori con l’obiettivo di valorizzare al meglio la nuova risorsa, che ha riproposto ai vertici comunali sulla base di una precedente esperienza positiva nel comparto dei servizi sociali che presumibilmente gli sarà di nuovo assegnato nella riunione di giunta esecutiva fissata per domani (18 novembre). Non sono da sottovalutare le manovre riguardo la sostituzione del dirigente della Polizia Municipale in cui, invece di ricorrere alla risorsa interna si è preferito assegnare al dirigente Piscino il mandato di sostituzione ad interim.
Mario Cardone