Scafati. La Givova inizia in trasferta il campionato di A2

Dopo il successo in SuperCoppa nello scorso weekend, si va finalmente in campo per la conquista di punti classifica e lo si fa in trasferta contro la Stella Azzurra

SCAFATI – Ricomincio da tre. Viene facile parafrasare il compianto Massimo Troisi con un campionato che, da questa sera, prenderà finalmente il via e lo farà dalla terza giornata, con le prime due, rinviate per l’emergenza Covid19, che saranno recuperate più in là. La Givova fa il suo esordio in trasferta contro i laziali della Stella Azzurra (ore 18:00 al PalaCoccia di Veroli) e scenderà in campo con la spinta emotiva data dalla recente conquista della SuperCoppa, accolta venerdì, negli uffici del main sponsor Givova, dai titolari Giovanni Acanfora e Pina Lodovico. “In un momento così difficile e drammatico per i noti motivi legati alla pandemia – spiega Acanfora -, un simile risultato sportivo ci aiuta a credere sempre di più tanto nella vita, quanto nello sport. E’ un risultato importante per l’imprenditoria scafatese, che da anni investe in questo sport e che, con orgoglio, passione e sacrificio, ci ha permesso di conseguire un simile risultato sportivo. Il coach ha portato motivazioni e compattezza in un gruppo che ci ha regalato un risultato davvero straordinario. Ho chiamato, subito dopo la sirena conclusiva della finale, prima Enrico e poi Nello Longobardi, che scaramanticamente non assiste agli ultimi minuti delle gare importanti, e con entrambi, unitamente al presidente Rossano, ho condiviso questa immensa gioia”. Ma è già tempo di mettere il trofeo in bacheca e di pensare alle gare che varranno veramente ai fini della classifica. Il team romano dispone di un buon collettivo, fatto di tanti giovani e due ottimi statunitensi: la guardia Thompson ed il centro Laster. Il roster ampio, capace di giocare a grande ritmo, fa sì che il match contro la squadra guidata da coach D’Arcangeli debba essere giocato con grande attenzione in tutti i fondamentali, ma soprattutto in difesa. “Dobbiamo resettare questa bella esperienza della SuperCoppa – spiega coach Finelli – ed iniziare finalmente il campionato. I primi giorni della settimana sono stati dedicati al lavoro fisico, per smaltire il carico di Cento; successivamente, abbiamo iniziato il lavoro di preparazione alla partita di questa sera. I nostri avversari dispongono di un organico giovane, ma esperto, in quanto gran parte di essi ha militato negli anni scorsi nelle fila di Roseto e mi riferisco in particolare a Nikolic, Menalo e non solo. I due statunitensi, poi, garantiscono punti, fatturato e certezza in più, rispetto all’esuberanza ed al talento dei loro compagni. Noi scendiamo in campo a Veroli con la fiducia e l’energia che ci proviene dalla vittoria in SuperCoppa. Servirà intensità difensiva e controllo dei rimbalzi, perché giocheremo contro una squadra che ha taglia fisica, grande energia e pressa a tutto campo”.

Francesco Quagliozzi