Angri. Avviato il processo di beatificazione di Don Enrico Smaldone

Angri. Il Vescovo Giudice ha annunciato l’avvio del processo diocesano per la beatificazione di don Enrico Smaldone e del laico cavaliere Alfonso Russo

Don Enrico Smaldone
Don Enrico Smaldone

Angri. Avviato il processo di beatificazione di Don Enrico Smaldone.

Il Vescovo Giuseppe Giudice ha concluso la sua lunga Visita Pastorale alla diocesi di Nocera Inferiore-Sarno, terminata ieri sera nella collegiata di San Giovanni Battista di Angri. Proprio nella collegiata il Vescovo Giudice, a conclusione della Santa Messa, ha annunciato l’avvio del processo diocesano per la beatificazione di don Enrico Smaldone e del laico cavaliere Alfonso Russo.

Una lunga causa.

Inizia dunque la “causa per riconoscere rivoli di santità nella Chiesa diocesana” di due importanti figure permeanti: quella di don Enrico Smaldone sacerdote esemplare e infaticabile, fondatore ad Angri della Città dei Ragazzi (oggi Cittadella della Carità) e quella del laico cavaliere Alfonso Russo.

La visita pastorale nella Diocesi.

La visita pastorale venne indetta il 6 gennaio 2018 con la lettera Oggi devo fermarmi a casa tua. Una visita pastorale caratterizzata anche dalla inaspettata pandemia. È stata “una gioiosa fatica, che mi ha permesso di conoscere in profondità le persone e il territorio; conoscenza che oggi mi abilita ad amare di più e a servire meglio questa terra e la sua vocazione. Si evangelizza e si promuove solo ciò che si ama; e solo l’amore oblativo aiuta a crescere e a guarire”, ha detto Il Vescovo Giudice nella sua omelia.
Aldo Severino