Pagani. Contagi Covid in città. “Operazione verità” del sindaco

Pagani. De Prisco: “Tale operazione ha l'esclusivo scopo di avere un quadro chiaro dell'andamento epidemiologico a Pagani, per poter prendere decisioni oculate"

Raffaele Maria De Prisco sindaco
Raffaele Maria De Prisco sindaco

Pagani. Contagi Covid in città. “Operazione verità” del sindaco.

Contagi Covid in città. “Operazione verità” del sindaco di pagani Raffaele De Prisco. Lo stesso primo cittadino, qualche ora fa, ha annunciato a mezzo social di avere concluso il “primo giro di chiamate per comprendere quanti dei paganesi attualmente risultanti nella lista dei positivi, avessero ricevuto regolare certificazione di guarigione da parte dell’ASL”. Un’azione che De Prisco ha ritenuto necessaria per mettere un po’ di ordine anche nei bollettini epidemiologici.

Fare chiarezza sui numeri.

“Corre l’obbligo di specificare che con “operazione verità” si intendeva il dover chiarire questa situazione alla luce delle decine di segnalazioni di persone che pur risultanti positive i cittadini denunciavano in strada, al fine di accertarci del loro reale stato attuale, certificato dall’ASL. Non di certo sostituirci all’Azienda Sanitaria Locale o metterne in discussione il ruolo” scrive De Prisco sul profilo social istituzionale.

“Tale operazione ha l’esclusivo scopo di avere un quadro chiaro dell’andamento epidemiologico a Pagani, per poter prendere decisioni oculate, come specificato anche dalle ultime ordinanze regionali, e per non destare ancora più allarmismo tra la popolazione, alla luce dei dati forniti dall’ASL che vengono quotidianamente pubblicati, e che non riescono a essere aggiornati rispetto al reale andamento giornaliero dei contagi. Tant’è vero che dai primi riscontri telefonici avuti, sono centinaia le persone che hanno già ricevuto regolare certificazione di guarigione da parte dall’ASL, che però dai bollettini quotidiani risultano ancora tra i positivi” precisa. Una situazione che potrebbe essere speculare anche negli altri paesi del comprensorio.

Rinnovata fiducia ai medici e al personale sanitario.

De Prisco tuttavia non punta il dito accusatore con l’azienda sanitaria locale in chiara difficoltà per la seconda ondata di pandemia. “Non è di certo intenzione di questa amministrazione volersi sostituire all’ASL, a cui va la nostra comprensione per l’immane mole di lavoro che si sta trovando a gestire e che ringraziamo per l’interessamento per l’apertura del presidio paganese dell’USCA. Però è nostra responsabilità offrire ai cittadini un quadro chiaro per non destare ulteriore allarmismo.

Approfittiamo per esprimere ancora una volta la nostra gratitudine a tutti i medici e al personale sanitario che stanno gestendo quest’emergenze allo strenuo delle loro forze” conclude il sindaco.
Aldo Severino