Pagani. Sessa e Calce: “Bollette pazzesche della Gori, intervenga il sindaco”

"Chiediamo al Sindaco De Prisco di convocare un incontro con la Gori e di fare chiarezza"

Calce Sessa
Calce Sessa

“Nelle ultime settimane stanno arrivando nelle case di tantissimi paganesi bollette Gori “pazzesche” ed “incomprensibili”, che presenterebbero, tra l’altro, costi non attribuibili agli utenti, relativi agli anni pregressi”. La segnalazione arriva dai consiglieri comunali Vincenzo Calce e Anna Rosa Sessa.

“Inoltre, negli ultimi giorni, alcuni utenti hanno ricevuto, da una società di recupero crediti incaricata da Gori, telefonate di richiesta di pagamento di alcune somme arretrate – aggiungono- Considerato il momento delicato e particolare per le famiglie, chiediamo al Sindaco De Prisco di convocare un incontro con la Gori e di fare chiarezza sia sulla legittimità delle bollette sia su queste anomale telefonate ricevute da numerosi paganesi. Sollecitiamo,poi, il Sindaco ad intraprendere tutte le azioni possibili per fare in modo che i cittadini paganesi non siano ancora vittime di vessazioni da parte di una società che ha fatto dell’acqua pubblica una fonte di ricchezza e che continua ad essere morosa nei confronti del Comune di Pagani per oltre un milione di euro.
Infine, avendo ricevuto numerose lamentele da parte di cittadini, chiediamo di attivare gli organismi competenti per verificare la professionalità, la correttezza e la serietà di tutti gli operatori delle ditte, per conto delle società di servizi a rete, lavorano sul territorio a stretto contatto con l’utenza”.