S.Giuseppe Vesuviano. De Luca, valorizzare Vesuvio con Buffer Zone e Sarno

De Luca: "La pista ciclabile del Vesuvio è inserita in un progetto di valorizzazione di tutta l'area vesuviana e si accompagna ad altre due opere storiche"

San Giuseppe Vesuviano parco lineare
San Giuseppe Vesuviano parco lineare

San Giuseppe Vesuviano. De Luca, valorizzare Vesuvio con Buffer Zone e Sarno. “Quando finiamo queste opere area avrà un boom turistico”.

“La pista ciclabile del Vesuvio è inserita in un progetto di valorizzazione di tutta l’area vesuviana e si accompagna ad altre due opere storiche: la buffer zone di Pompei e la definitiva bonifica del fiume Sarno”. Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca parlando a San Giuseppe Vesuviano (Na) in occasione dell’apertura del cantiere della conversione della linea ferroviaria in pista ciclabile che dal Comune di San Giuseppe Vesuviano toccherà Terzigno, Boscoreale e Torre Annunziata.

La buffer zone.

“La buffer zone – ha detto De Luca – alla fine della settimana parte con il cantiere a Pompei, cominciamo a mettere in movimento la macchina degli investimenti, e’ un progetto di valorizzazione di tutta l’area e prevede collegamenti importanti tra Pompei e la Stazione Centrale di Napoli. Poi c’e’ la bonifica del Sarno che deve essere completata in questa legislatura. Puntiamo alla riqualificazione del territorio e del mare che nel Golfo di Napoli deve essere totalmente balneabile. Abbiamo anche definito con il Comune di Torre Annunziata la parte finale del progetto Sarno che comprende il litorale di Torre Annunziata”.

Il boom turistico.

“Quando avremo completato la buffer zone, la depurazione delle acque e del Sarno e la pista ciclabile da San Giuseppe al mare avremo creato le precondizioni per un boom turistico straordinario per tutta l’area vesuviana. Io da vecchio sindaco posso garantire che il rapporto con le istituzioni non nasce dalle parole, che hanno perso qualunque significato, quello che convince cittadini alla partecipazione è la verifica del cambiamento, è vedere un’opera realizzata: un parco, le reti fognarie, il mare che si depura. Questo porta la fiducia dei cittadini, l’entusiasmo nelle giovani generazioni e fanno della politica una cosa nobile e non la porcheria clientelare che abbiamo conosciuto per tanto tempo. L’opera va completata in tempi rapidi, quando l’avremo finita vedrete che davvero saremo orgogliosi tutti . E mi auguro se avremo la salute di poterla percorrere con voi in una passeggiata e concluderla a Torre Annunziata con un pranzo che ci offre il sindaco”.