Nocera Inferiore. Piano di Zona: la consortile resta congelata

La costituzione della società consortile legata al Piano di Zona sub ambito 1 resta in stand by come è stato deliberato dalle amministrazioni di Nocera Inferiore, Nocera Superiore, Castel San Giorgio e Roccapiemonte

Nocera Inferiore Piano di Zona
Nocera Inferiore Piano di Zona

Nocera Inferiore. Piano di Zona: la consortile resta congelata.

Azienda consortile congelata. La costituzione della società consortile legata al Piano di Zona sub ambito 1 resta in stand by come è stato deliberato dalle amministrazioni di Nocera Inferiore, Nocera Superiore, Castel San Giorgio e Roccapiemonte. La società consortile, come negli altri due ambiti del ex Piano di Zona S1, doveva essere realizzata all’indomani dello spacchettamento voluto dalla Regione, ma c’è stata una forte contrapposizione sul metodo di gestione previsto dai comuni interessati.

Le posizioni sulla consortile.

Nocera Inferiore sollecitava allo strumento dell’azienda consortile. Dall’altro lato si sono ritrovati i comuni che propendevano per la convenzione, in particolare il Comune di Nocera Superiore che ha optato per questo sistema in virtù anche di costi di gestione contenuti. Nell’ultimo consiglio comunale anche Nocera Inferiore ha deliberato, all’unanimità, per procedere con l’attuale sistema anche se si guarda con interesse alla azienda consortile. La fonte è “La Città”.