Angri. Allagamenti in Via Longa, polemiche per la passerella politica

Angri. Nella zona si sono visti anche alcuni politici locali per uno shooting fotografico e subito sono scoppiate le polemiche e l’indignazione

Angri allagamenti Località Avagliana svincolo
Angri allagamenti Località Avagliana svincolo

Angri. Allagamenti in Via Longa, polemiche sulla passerella politica.

Sommersi e ancora con l’acqua che ha invaso ogni angolo delle loro case. La pioggia non da tregua e bracca gli abitanti della periferia nord angrese ai confini con San Marzano e Scafati. Nella giornata di ieri nella zona si sono visti anche alcuni politici locali per uno shooting fotografico e subito sono scoppiate le polemiche e l’indignazione per l’inopportuna e la strumentale passerella politica a via Orta Longa e in località Avagliana che restano completamente sommerse dalle acque dopo le abbondanti precipitazioni che stanno interessando la regione.

Una zona alluvionale.

Residenti messi in ginocchio dall’incessante pioggia che contribuisce a mettere in evidenza le carenze di una zona alluvionale che da anni è costretta a fare i conti con il faticoso smaltimento delle acque e con un sistema idraulico ormai vecchio e alcuni tratti inesistenti per altro in una zona alluvionale con evidenti depressioni morfologiche naturali con una falda acquifera superficiale. Da giorni i residenti stanno inutilmente denunciando lo stato di emergenza che stanno vivendo. Una vasta zona allagata che coinvolge notevolmente anche le stradine adiacenti all’arteria principale che restano inaccessibili così come per lo svincolo della strada statale 268 sommerso dalle acque.

La diffida del sindaco Ferraioli.

Il sindaco di Angri Cosimo Ferraioli ha espresso, a distanza, la sua vicinanza, ma l’atto di solidarietà avuto un effetto boomerang per il primo cittadino che è finito nel mirino di dei residenti. Poche concrete azioni negli anni e una situazione ormai allo stallo che peggiora progressivamente e che necessita d’interventi incisivi e programmati. L’amministrazione comunale ha già inviato una diffida alla Regione Campania per richiedere gli interventi immediati. Il sindaco Ferraioli ha fatto sapere che questa questione decennale interessa anche gli altri comuni come San Marzano Sul Sarno e Scafati, ai quali hai inviato copia della diffida fatta pervenire alla regione Campania per richiedere interventi immediati. A Napoli tutto tace e i riferimenti locali dell’amministrazione regionale tacciono in un evidente stato d’imbarazzo istituzionale.