Scafati. Riapre il centro per disabili “Raggio di sole”

Dopo il lungo periodo di lock-down dovuto all’emergenza Covid, la struttura di via Poggiomarino potrà nuovamente aprire le porte ai suoi ospiti.

Dopo il lungo periodo di chiusura imposto dal lock-down per l’emergenza Coronavirus, riaprirà lunedì 25 gennaio il centro polifunzionale per persone con disabilità “Raggio di sole”. Nei giorni scorsi i referenti della struttura hanno presentato all’ufficio comunale competente tutta la documentazione necessaria richiesta per garantire la riapertura del centro in condizioni massima sicurezza per coloro che vi saranno ospitati, consentendo alla responsabile del Settore “Servizi al cittadino” Anna Sorrentino di fornire il nulla osta.

“Siamo davvero contenti che il centro di via Poggiomarino riapra i battenti – ha dichiarato il Sindaco Cristoforo Salvati – Ogni attività finalizzata a garantire la conquista di autonomia e inclusione sociale delle persone affette da disabilità merita attenzione e massimo supporto da parte di chi amministra, convinto come sono che sia prioritario investire nella dimensione culturale e educativa dell’accoglienza in tutti gli ambiti della nostra società, perché ciascun cittadino possa sentirsi realmente e concretamente incluso”.

Soddisfazione è stata espressa dall’Assessore alle Politiche sociali Raffaele Sicignano, da sempre vicino alle esigenze dei cittadini più deboli e, in particolare, agli ospiti del centro polifunzonale “Raggio di sole”.

“E’ per me motivo di grande gioia – ha dichiarato l’Assessore Sicignano – annunciare la riapertura del centro dopo un così lungo periodo di chiusura, reso inevitabile a causa dall’emergenza epidemiologica. La struttura ritornerà finalmente a splendere della luce e dei sorrisi dei nostri ragazzi. Ringrazio di cuore le operatrici e la coordinatrice Ilenia Cardillo per aver fatto sì che la riapertura avvenisse in condizioni di massima sicurezza, provvedendo ad assolvere a tutti gli adempimenti previsti dalla legge, per la sanificazione degli ambienti e la ridefinizione degli spazi interni, nel pieno rispetto delle norme di sicurezza vigenti. Un grazie di cuore va alle famiglie dei nostri ragazzi per la pazienza e la comprensione di sempre, con la speranza di poterci riabbracciare tutti al più presto e più forti di prima”.