Pompei. L’opposizione chiede chiarezza sullo stato di contagio della pandemia nelle scuole

Un’interrogazione da parte dei sei consiglieri comunale d’opposizione, rivolta al sindaco di Pompei tende a conoscere lo stato generale della sicurezza nelle scuole di ogni ordine e grado di Pompei , in particolare riguardo alla tutela degli studenti e degli insegnati e del personale ausiliare riguardo alle iniziative concrete messe in campo per tutelare la lorio salute e il motivo per cui non sarebbe garantita la didattica a distanza per gli alunni non in presenza. Chiaramente chi rivolge l’interrogazione al sindaco di Pompei ed ai suoi diretti amministratori ritiene che un sistema d’insegnamento misto possa consentire una buona tenuta della didattica nell’ambito del un distanziamento fisico che possa tutelare tutti i protagonisti dell’insegnamento scolastico contro l’infezione da Corona Virus. La minoranza nella sua interrogazione amministrativa chiede anche di sapere come proseguono le opere di manutenzione delle scuole e, nello specifico, nel plesso scolastico “Maiuri” di via Sant’Abbondio. L’interrogazione arriva dopo che il sindaco di Pompei è stato costretto a chiudere la scuola dell’infanzia di due plessi di periferia (Via Nolana e Mariconda) a causa di due focolai d’infezione insorti nel quadro della ripresa della pandemia a Pompei rispetto alla quale arrivano dal Comune informazioni saltuarie ed incomplete.
Mario Cardone