Scafati. Troppi contagi: chiude un plesso dell’ I. C. Anardi

Scafati. Scuola chiude per contagi da Covid: è il plesso dell’I.C. Anardi in via Della Resistenza. Ecco la situazione nelle altre scuole cittadine

Coronavirus scuole agro
Coronavirus scuole agro

Scafati. Troppi contagi: chiude un plesso dell’ I. C. Anardi.

Chiuso per Covid. “Siamo impossibilitati a proseguire le lezioni”, e così Guglielmo Formisano, dirigente scolastico dell’I.C. Anardi, è costretto a chiudere il plesso in via Della Resistenza. A una settimana dalla ripresa delle lezioni in presenza per tutte le classi di elementari e medie, In più istituti scafatesi è capitato, come era prevedibile, uno o più casi di alunni o personale affetti da Covid. In questo caso il protocollo Asl dispone la quarantena per i contatti diretti e la sanificazione dei soli ambienti frequentati dal contagiato. In via Della Resistenza però la situazione è precipitata, con tre bambini, un docente e un collaboratore scolastico positivi.

La quarantena.

Cinque casi che hanno comportato la quarantena per quattordici insegnanti e la conseguente chiusura forzata della scuola. Migliore la situazione al primo circolo che ha registrato due tamponi negativi mentre il secondo circolo riporta un solo caso positivo. In via Martiri D’Ungheria la dirigente Paola Vigogna si ritrova due docenti positivi e uno in attesa di tampone, oltre a cinque alunni in quarantena preventiva perché contatti diretti di un precedente caso positivo. Questi casi sono però stati verificati prima della riapertura della scuola.

La situazione complessiva nelle altre autonomie scolastiche.

Situazione pressoché identica negli altri circoli didattici. “E’ chiaro che l’epidemia è ancora nel pieno della sua diffusione, e la situazione resta delicata – conferma Alessandro Arpaia, assessore a Sanità e Pubblica Istruzione – personalmente sarei stato propenso ad aspettare un altro mese per la riapertura”. Domani riaprono anche gli istituti scolastici delle superiori. Considerata l’età degli alunni, e la loro provenienza da fuori città “la situaizone va attentamente e scrupolosamente monitorata quotidianamente” aggiunge Arpaia.

Situazione preoccupante in città.

“A Scafati attualmente il bollettino dei contagi non è drammatico, e la situazione è sotto controllo. Ma è chiaro che la riapertura delle scuole crea apprensione, perché è li che possono nascere focolai”. Secondo Arpaia è fondamentale arrivare quanto prima alle vaccinazioni “non sanitarie”. “Fondamentale è il tracciamento dei positivi, in un caso è capitato che un bambino figlio di positivi, nonostante fosse in attesa di tampone, è andato lo stesso a scuola. Necessario fare la giusta informazione, settimana prossima farò un punto con i presidi, la speranza è scongiurare una nuova chiusura”.
Adriano Falanga