Scafati. Nuovo responsabile per il settore “Fiscalità locale”

La dottoressa Roberta De Sio, responsabile dell’Area finanziaria - Tributi e Patrimonio del Comune di Maiori, ha assunto servizio questa mattina a Palazzo Mayer in virtù di una convenzione sottoscritta tra il Comune di Scafati e l’Ente di provenienza.

Scafati. Nuovo responsabile per il settore “Fiscalità locale”.

Ha assunto servizio questa mattina, a Palazzo Mayer, il nuovo responsabile del settore “Fiscalità locale”, la dottoressa Roberta De Sio, responsabile dell’Area finanziaria – tributi e Patrimonio del Comune di Maiori, in virtù di una convenzione sottoscritta tra il Comune di Scafati e l’Ente di provenienza (ex art. 14 CCNL 22.01.2004), per l’utilizzo condiviso della dipendente per 18 ore settimanali e per tre mesi, prorogabili alla scadenza.

Classe 1981, cavese di nascita, maiorese di adozione, la dottoressa De Sio ha conseguito nel 2007 la laurea in Economia con il massimo dei voti all’Università degli studi di Salerno. Funzionario direttivo contabile all’ufficio “Tributi” della Provincia di Salerno dal 2010 al 2015, la funzionaria ha prestato successivamente servizio in convenzione presso il Comune di Maiori, prima del trasferimento definitivo. Dal 2017 è responsabile dell’Area finanziaria – Tributi e Patrimonio. Per circa due anni, presso lo stesso Ente, è stata anche responsabile dell’Area amministrativa.

Le parole del sindaco.

“Diamo – spiega il Sindaco Cristoforo Salvati – il benvenuto al nostro nuovo caposettore che, sono certo, imprimerà nuovo slancio a tutte le attività relative ai tributi e alla fiscalità in generale, riorganizzando gli uffici, per un utilizzo ottimizzato delle risorse disponibili, seppur poche. La dottoressa De Sio ha firmato una convenzione per tre mesi, con la possibilità di proroga alla scadenza. Al nostro nuovo responsabile del settore Fiscalità locale ho chiesto di dare massima priorità alle attività di verifica degli avvisi di accertamento 2015, per dare risposte celeri e concrete a quanti ritengono di aver ricevuto atti non dovuti o da rettificare”.

Agro24Spot