Il Napoli esce dalla Coppa Italia perdendo 3 a 1 nel ritorno contro l’Atalanta

Sembra un film già scritto. Il Napoli esce sconfitto anche da Bergamo contro l’Atalanta. Una prestazione a dir poco imbarazzante dei partenopei che a tratti hanno fatto rimpiangere giocatori come Crasson, Facci e Baldini. Che nessuno regali altri alibi a Rino Gattuso e i suoi ragazzi, che tra Covid, infortuni e mancanza di titolari hanno perso punti e credibilità! L’Atalanta ha fatto quello che voleva nella nostra area di rigore. Ancora una volta colpevole Maksimovic, reo di aver sbagliato qualsiasi cosa in difesa. Uno, due dei bergamaschi che in 16 minuti piazzano due gol con Zapata e Pessina. Non basta il gol e la solita grande prestazione di Lozano a salvare una nave in balia completa delle onde che sembra ormai pronta a naufragare da un momento all’altro. La chiude di nuovo Pessina che festeggia insieme ai suoi compagni una finale di Coppa Italia storica.
La palla passa inevitabilmente ad Aurelio De Laurentiis che ha il dovere di intervenire per scuotere l’ambiente. A tre giorni dalla Juve sembra insanabile il rapporto tra il presidente e Gattuso che a questo punto è giunto ad un bivio.