La Campania in zona arancione, cosa cambia

La Campania dovrebbe dunque tornare in fascia arancione da domenica 21 febbraio. Cosa si può fare in zona arancione?

 Le nuove regole da rispettare 21 febbraio 2021

La Campania in fascia arancione da domenica 21 febbraio: c’è la conferma con l’ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza.
Cosa cambia per quanto concerne spostamenti, visite ad amici e parenti, negozi, sport, bar e ristoranti.

In zona arancione gli spostamenti sono consentiti all’interno del proprio comune di residenza. È vietato, invece, spostarsi al di fuori di esso. Si può uscire dal comune solo per questi motivi: lavoro, salute, urgenza o per raggiungere la seconda casa o il proprio domicilio.

Spostamenti

Sono vietati gli spostamenti fuori regione, come in tutta Italia, fino al 25 febbraio anche se è in arrivo una ulteriore proroga, presumibilmente fino a inizio marzo. Ci si potrà spostare tra regioni solo per lavoro, urgenza, salute, spostamenti verso le seconde case.

Visite ad amici e parenti

In zona arancione è permesso fare visita ad amici e parenti restando però all’interno dello stesso comune. È possibile farlo solo una volta al giorno, dalle 5 alle 22. Ci si potrà spostare massimo in due persone (esclusi gli under 14 e le persone con disabilità). Si potrà violare il coprifuoco solo per tornare a casa.

Negozi, bar e ristoranti

In zona arancione bar e ristoranti potranno lavorare solo su asporto e a domicilio. Per i bar l’asporto è consentito fino alle 18 mentre non ci sono limiti – così come per i ristoranti – alle consegne a domicilio. Restano aperti i negozi in zona arancione mentre i centri commerciali restano chiusi nei giorni festivi e prefestivi.

Agro24Spot