Angri. Verde pubblico: aiuole orfane in attesa di attenzioni

Più volte è stata richiamata l’attenzione per la scarsa cura di questi fazzoletti verdi

Angri aiuole
Angri aiuole

Angri. Verde pubblico: aiuole orfane in attesa di attenzioni

Aiuole orfane in attesa di attenzioni. Devono essere curate e magari anche “adottate”, le aiuole pubbliche della cittadina angrese. Da tempo si registra una certa disponibilità d’imprenditori e commercianti locali interessati all’adozione delle varie aiuole stradali, soprattutto quelle collocate tra via Badia e l’intersezione di Via Nazionale nei pressi del cavalcavia di Via Santa Lucia.

Sollecito all’amministrazione comunale

Più volte è stata richiamata l’attenzione per la scarsa cura di questi fazzoletti verdi. È stata sollecitata anche l’attenzione dell’assessore delegata Maria Immacolata D’Aniello con l’auspicio che alle promesse d’interessamento seguano, nel breve tempo, fatti concreti mediante un’efficace azione d’indirizzo amministrativo o la redazione di delibere di concessione gratuita della gestione e manutenzione del verde delle aiuole, tant’è che alcune sono abbandonate all’incuria del tempo e meta continua degli incivili che conferiscono e abbandonano rifiuti di ogni tipo.

Il sindaco: l'”ottavo dormiente”

Il “letargo” dell’amministrazione e del sindaco Cosimo Ferraioli, definito dall’opinione pubblica, l’“ottavo dormiente” della cittadina, non si desta nemmeno alle sollecitazioni di piccoli atti concreti per il complessivo miglioramento della vivibilità cittadina. Le politiche ambientali attendono un nuovo slancio come tante altre azioni indifferibili, un lungo elenco di “cose da fare” per questo settore che arranca.
RePol

Agro24Spot