Insieme per Scafati: “La città affonda e il sindaco distribuisce incarichi”

"Sarebbe ora che il Sindaco tirasse le somme di questa esperienza fallimentare e si dimettesse"

Insieme per Scafati
Insieme per Scafati

Insieme per Scafati: “La città affonda e il sindaco distribuisce incarichi”

“Nel mentre la nostra città raggiunge un preoccupante e pericoloso picco di contagi da Covid19, l’Amministrazione Salvati continua a litigare su tutto, e ad occuparsi di tutto ciò che non riguarda la città. Da Scafati Sviluppo alle Farmacie comunali, dal PUC alle aree industriali, dalla questione tributi alle tariffe TARI( PEF), dalla cessione dei diritti di superfice a al parcheggio per i mezzi dell’ACSE, dalla Villa comunale chiusa alla pubblica illuminazione spenta, sono decine gli argomenti e gli atti bloccati, scomparsi, dimenticati in un cassetto”. Così i consiglieri di Insieme per Scafati Michele Russo, Michelangelo Ambrunzo, Alfonso Carotenuto e Michele Grimaldi

Incetta d’incarichi

“Nel frattempo il Presidente del Consiglio comunale promuove un ricorso al TAR di Salerno contro il Consiglio comunale stesso e la sua sfiducia. E il Sindaco distribuisce deleghe ai consiglieri nella speranza di concludere l’ennesimo rimpasto di Giunta. Sono concentrati solo sui loro litigi, le loro guerre intestine e la famelica bulimia di incarichi e di potere. Scafati avrebbe bisogno di una guida, e si ritrova invece dei giocatori di Monopoli. Nemmeno tanto capaci, in verità. Sarebbe ora che il Sindaco tirasse le somme di questa esperienza fallimentare e si dimettesse. O che, in assenza di questo scatto di dignità, i tanti elementi della sua maggioranza che sono consapevoli del disastro in atto e non vogliono più esserne complici, ponessero fine a questa agonia per loro, e soprattutto per la città”.