COVID: variante inglese bracca l’area dei Monti Lattari e agro

COVID. Preoccupa i sindaci la variante inglese che sta stingendo nella morsa l’area dei Monti Lattari e l’agro nocerino sarnese

Coronavirus Covid Monti Lattari
Coronavirus Covid Monti Lattari

Sant’Antonio Abate. COVID: città stretta nella morsa della variante inglese

Preoccupa i sindaci la variante inglese che sta stingendo nella morsa l’area dei Monti Lattari e l’agro nocerino sarnese. A Sant’Antonio Abate nelle ultime ore si sono registrati altri sei casi di positivi con la variante inglese. Sono dieci fino ad ora i pazienti che hanno contratto il ceppo mutante del Covid-19 più contagioso. Nel complesso nelle ultime 24 ore il numero positivi registra altri 47 casi per un totale di 256 persone con patologia da coronavirus.

Santa Maria la Carità 43 positivi nell’ultima settimana

Grave la situazione anche nella confinante cittadina di Santa Maria La Carità. “Nell’ultima settimana di riferimento abbiamo riscontrato 43 positivi su 358 tamponi di cui 2 della Variante inglese” spiega sulla sua pagina social il primo cittadino Giosuè D’Amora che denuncia anche “ Tanti atteggiamenti non consoni al pericolo” da parte dei suoi concittadini.

Castellammare di Stabia quasi a quota 1500 contagi

A Castellammare focolai si registrano un po’ ovunque sul vasto e popoloso territorio. Uno su quattro stabiesi alla prova del tampone risulterebbe positivo come riposta “Il Corrierino”. Nelle ultime 24 ore si registrano 92 positivi per un totale di 1417 gli stabiesi con il Covid.