L’agro si risveglia sotto un fitto velo di nebbia

Agro. Alle prime luci dell’alba l’agro si è risvegliato sotto una fitta coltre di nebbia. Il suggestivo Vesuvio, invisibile, è stato coperto dal velo nebbioso

Nebbia nell'agro
Nebbia nell'agro

L’agro si risveglia sotto una fitto velo di nebbia

Alle prime luci dell’alba l’agro si è risvegliato sotto una fitta coltre di nebbia. Il suggestivo Vesuvio, invisibile, è stato coperto dal velo nebbioso. Dalla prima serata di ieri il fenomeno meteorologico ha interessato una vasta area della regione. Un fenomeno che non è frequente nell’agro nocerino e vesuviano, tanto da destare interesse e attenzione anche sui social dove non sono mancati paragoni con città e regioni più soggette al fenomeno dovuto principalmente vapore acqueo presente in grande quantità nell’aria.

Leggi anche
https://www.agro24.it/2021/02/13/maltempo-neve-sul-vesuvio-gelo-tutta-la-campania/

I fattori scatenanti

L’assenza di vento e l’aria umida che diventa più fredda, soprattutto nelle ore meno soleggiate, al contatto con il terreno o l’acqua e raggiunge il cosiddetto “punto di rugiada”. Le altre concause smog e polveri che non mancano nella valle dell’agro.
Aldo Severino