Nuova ondata di COVID preoccupa le città dell’agro: i dati

Agro. Preoccupano i dati odierni. Nocera Inferiore, Scafati, Pagani, Sarno e Angri ancora con un alto numero di tamponi positivi. In totale in tutta la provincia sono 457

Coronavirus Sanità fronte
Coronavirus Sanità fronte

Nuova ondata di COVID preoccupa le città dell’agro: i dati

La nuova ondata di COVID preoccupa le città dell’agro. Si teme anche per la tenuta del COVID hospital di Scafati, la città che anche oggi registra il maggior numero di tamponi positivi, ben 64. Un trend che non accenna a calare nonostante le misure restrittive ordinate dall’amministrazione comunale.

La mappa dei contagi nell’agro.

Ancora troppa gente in strada sembra non avvertire il pericolo della nuova variante del coronavirus. I datti di oggi parlano chiaro: Nocera Inferiore segna 31 nuovi positivi al tampone e sulla stesa linea d’aria anche Angri sembra ancora stretta nella morsa del contagio con 22 nuovi casi. Pagani appena sotto la cittadina angrese con 21 casi positivi. Corbara segna 4 nuovi casi. San Marzano sul Sarno ne registra 5, San Valentino Torio 12 e Sant’ Egidio del Monte Albino ben 13 casi di positività, Nocera Superiore con 10 lasciano riflettere su questa nuova ondata post San Valentino. Situazione che si complica anche a Sarno con 31 tamponi positivi, anche nella cittadina dei sarrastri l’amministrazione comunale, già da qualche giorno, ha intensificato i controlli e alzato il livello delle restrizioni. Il risultato complessivo odierno dei positivi in provincia è 457 unità.

Agro è da zona rossa. Ora serve un piano vaccinale

L’agro con queste cifre rischia di entrare di forza nella “zona rossa”, possibile soluzione che i sindaci del coordinamento potrebbero valutare già nei prossimi giorno al fine di arginare la pandemia in attesa di un massiccio e coordinato piano vaccinale.

Aldo Severino