Sarno. COVID: 300 positivi e varianti. Dobbiamo aiutarci o sarà una sconfitta per tutti

A Sarno sono stati superati i 300 positivi attivi. Parliamo precisamente di 307 persone attualmente positive al COVID, di cui 13 ospedalizzate

COVID-19 Coronavirus medici
COVID-19 Coronavirus medici

Sarno. COVID: 300 positivi e varianti. Dobbiamo aiutarci o sarà una sconfitta per tutti

A Sarno sono stati superati i 300 positivi attivi. Parliamo precisamente di 307 persone attualmente positive al COVID, di cui 13 ospedalizzate, 1401 guariti, e 27 persone decedute È il numero più alto di sempre. E si attendono, intanto, risultati di decine di tamponi. C’è una percentuale importante di variante inglese che, a quanto pare, risulta maggiormente contagiosa e con sintomi rilevanti in pochi giorni.

Le regole responsabili e salvavita

L’irresponsabilità, la superficialità, l’ignoranza di alcuni, direi troppi, stanno fregando anche chi è attento e rigoroso rispetto alle norme precauzionali. Non bisogna assolutamente creare assembramenti e non utilizzare i dispositivi di sicurezza né in strada né in casa. E’ indispensabile completare la quarantena, come da protocollo, e poi uscire. Richiamare più controlli è giusto, ma dobbiamo guardarci intorno. Non ci sono uomini a sufficienza, ricordiamo anche i focolai COVID verificatisi in commissariato, in caserma. Nessuno è immune, è necessario autodeterminarsi e auto regolamentarsi. Non serve un carabiniere per persona. È la vita di ciascuno di noi e quella dei nostri cari.

Le occasioni di contagio

Ci sono troppe situazioni a rischio che diventano effettivi contagi. I cluster familiari sono incontrollabili perché tra parenti si tende ad abbassare le difese. Non va bene. Leggiamo sui social e sentiamo in strada ancora troppe superficialità, arroganze, facilonerie tra giovani e adulti. Chi tutto sa e tutto sfida deve subito recuperate un minimo di coscienza e di rispetto. Avere contezza di quanto stia accadendo e agire con responsabilità. Continuando così, con contatti continui e irresponsabili, con il mancato utilizzo dei dispositivi anti contagio, non ne usciamo e diventare zona rossa sarà una sconfitta dalla quale ci rialzeremo con estrema fatica e sicuramente con le ossa rotte. Ne faremo le spese tutti.

Rossella Liguori
Leggi anche Il Sindaco di Sarno chiede al Prefetto l’intervento dell’Esercito