Pagani. Iacp Futura, I chiarimenti del sindaco

'Si ricorda alla opposizione che oggi si dichiara vicina alle famiglie che occupano i suddetti alloggi che tale vicenda risale al lontano 2012"

Pagani IACP alloggi
Pagani IACP alloggi

Iacp Futura, il sindaco Lello De Prisco e l’Assessore Veronica Russo con una nota dicono la loro sulla sentenza del 4 marzo.

“Siamo costretti nostro malgrado a fare chiarimenti sulle notizie distorte ed inesatte che stanno circolando sulla sentenza relativa al reclamo proposto dal Comune di Pagani. Il Tribunale di Nocera Inferiore si è pronunciato su questioni diverse da quelle relative alla sospensione della esecuzione della procedura (asta), ai sensi dell’art. 1 commi 376-377-378, L.N. 178/2020, sulla quale dovrà decidere, invece, il G.E. Dr. Bobbio – spiegano -. La sentenza di rigetto del reclamo è relativa alla valutazione della posizione del Comune di Pagani quale Ente proprietario fallito, e poiché il Collegio ha ritenuto che al momento del pignoramento da parte della BNL avvenuto nel dicembre del 2019 non lo era, non si applica l’art. 248 del TUEL che prevede l’estinzione delle procedure in caso di dissesto”.

La precisazione
“Altra cosa – aggiungono – è la procedura esecutiva n.6/2020 nella quale il Comune di Pagani ha chiesto al Giudice la sospensione affinché verifichi: 1) la regolare notifica del pignoramento sia all’Ente ove sono allocati gli immobili di edilizia popolare sia all’Ente erogatore del contributo (Regione); 2) la possibilità per gli stessi di poter partecipare alla stessa; 3) la banca abbia stipulato il contratto di mutuo nel rispetto della L. N. 457, art. 44, che tutela i programmi costruttivi di edilizia residenziale pubblica economica o agevolata. Infine ha chiesto la sospensione anche ai sensi del Decreto c.d. mille proroghe che prevede la sospensione di tutte le procedure esecutive per le abitazioni principali del debitore fino al 30/06/2021.
Su tutto ciò il G.E. Dr. Bobbio, all’udienza del 26/02/2021 si è riservato. Dunque, nessuna asta è stata disposta e nessuna falsa aspettativa si sta creando”.

La stoccata alla minoranza
“Si ricorda alla opposizione che oggi si dichiara vicina alle famiglie che occupano i suddetti alloggi che tale vicenda risale al lontano 2012- precisano -. Solo con il nostro insediamento si è provveduto innanzitutto alla trascrizione dei beni per creare un’ancora di salvataggio. Questa amministrazione ci sta provando!”