COVID-19 BCC SCAFATI E CETARA garanzie e moratorie per imprese e professionisti

BCC SCAFATI E CETARA sede e filiali sul territorio

Il 2020 senza dubbio sarà ricordato come l’anno della pandemia da Covid-19.
Le conseguenze negative della pandemia hanno stravolto la quotidianità del mondo intero, colpito la tenuta sociale e culturale nel contempo hanno messo in difficoltà quasi tutti i settori economici.
Tra le misure di prevenzione adottate, i provvedimenti di lockdown totale o parziale, sicuramente hanno prodotto gravi danni economici in tutto il territorio nazionale.
In tale contesto, il Governo ha previsto una serie di aiuti per le piccole e medie imprese, le industrie, i piccoli commercianti ed infine anche per i liberi professionisti, per consentirne la sopravvivenza nei periodi di chiusura o forte limitazione delle attività.

Per le Banche, il Governo ha previsto un ruolo centrale; infatti, per stimolare il sistema bancario a concedere liquidità al mercato, ha previsto alcune forme di moratoria dei prestiti e messo a disposizione ingenti stock di garanzie pubbliche a fronte dei finanziamenti erogati.

In particolare, con il DL 18/2020 sono state normate le moratorie; successivamente, con il DL 23/2020 all’art.13 sono state tipizzate le fattispecie di finanziamento a fronte delle quali sarebbe stato possibile acquisire garanzie pubbliche.

Con riferimento all’art. 13, comma 1, si pone l’attenzione sulle lettere c), d), e), e m):
• La lettera c) prevede il rilascio di una garanzia pari al 90% dell’importo richiesto e consente all’azienda di accedere ad un finanziamento che non superi il 25% del fatturato oppure il doppio della spesa salariale riportato nell’ultimo bilancio con una durata massima di 72 mesi;
• La lettera d) prevede il rilascio di una garanzia pari all’80% dell’importo richiesto e, a differenza di quanto avveniva ante-covid, la garanzia non viene rilasciata in percentuale diversa in funzione del rating dell’azienda richiedente;
• La lettera e) prevede il rilascio di una garanzia pari all’80% dell’importo richiesto a fronte di finanziamenti destinati all’estinzione di altri finanziamenti già in corso, purché la Banca conceda nuova finanza pari ad almeno il 25% dei finanziamenti da estinguere;
• La lettera m) prevede il rilascio di una garanzia pari al 100% dell’importo richiesto e consente all’azienda di accedere ad un finanziamento al massimo di euro 30.000 purché non superi il 25% del fatturato oppure il doppio della spesa salariale riportato nell’ultimo bilancio con una durata massima di 120 mesi ed un preammortamento di 24.

La Banca di Credito Cooperativo di Scafati e Cetara, geneticamente sensibile alle necessità dei territori in cui opera, sin dall’inizio dello shock pandemico, ha messo a disposizione adeguate risorse sia economiche che umane per soddisfare celermente le esigenze dei propri Soci e Clienti. Infatti, in breve tempo, sono state rese operative oltre 400 sospensioni di mutui e, ad oggi, sono stati erogati circa 350 finanziamenti con garanzia Covid..

Purtroppo come si nota in questi giorni, ad oltre un anno dai primi casi di WHUAN , gli effetti della pandemia da Covid-19 sono ancora estremamente tangibili sia per le persone sia per le imprese, e lo saranno ancora per diverso tempo, ma sarà altrettanto concreto il sostegno che sarà assicurato dalla Bcc di Scafati e Cetara per la quale la vicinanza ai Soci e Clienti resterà sempre il primo obiettivo.