Angri. COVID. L’imbarazzante silenzio dell’amministrazione Ferraioli

Angri. La città si aspettava un chiarimento del sindaco sul grande pasticcio dell’ultimo week end sulle rettifiche e le chiusure mirate, che puntualmente non c’è stato

Cosimo Ferraioli
Cosimo Ferraioli
There is nothing to show here!
Slider with alias slider-straordinaria not found.

Angri. COVID. L’imbarazzante silenzio dell’amministrazione Ferraioli.

L’ordinanza anti COVID di Ferraioli è decaduta. Nessuna proroga, si sta in zona rossa come il resto della Campania con le stesse regole, ma la città si aspettava un chiarimento del sindaco sul grande pasticcio dell’ultimo week end sulle rettifiche e le chiusure mirate, che puntualmente non c’è stato. Silenzio imbarazzante come avviene da tempo a palazzo di città. La gran parte degli operatori commerciali hanno dovuto faticare non poco per comprendere i tempi e le modalità di apertura per le prossime settimane consultando siti istituzionali, consultando FAQ e facendo il tam – tam nelle varie chat dedicate.

La latitanza dell’amministrazione Ferraioli.

L’amministrazione ormai da tempo latita comunicativamente in antitesi con quello prodotto un anno fa nel pieno della prima ondata pandemica pre – elettorale. Inadeguatezza comunicativa ma anche amministrativa. Una linea amministrativa e comunicativa tutt’altro poco chiara adottata da Ferraioli e accoliti che come risultato ha prodotto un’involontaria autonomia da parte dei commercianti e aumentato il malcontento e le contestazioni per le decisioni assunte dal primo cittadino ormai in evidente calo di consenso proprio per questa linea decisionale definita ambigua e troppo “borderline”.

Amministrazione in autogestione.

Un’amministrazione chiaramente in autogestione che dimostra di avere ampiamente fallito già tutti gli obiettivi essenziali, di essere alla “canna del gas” e in seno alla maggioranza aumenta il dissenso per la scelta di dare peso ad assessori espressioni del “nulla”.

Leggi anche Angri. Aperti, no anzi chiusi! Toppa la comunicazione di Ferraioli

Luciano Verdoliva