Angri. COVID. Il sindaco Ferraioli diserta l’incontro con i commercianti

Angri. Il sindaco di Angri Cosimo Ferraioli che ha disertato l’incontro con le categorie commerciali promosso dall’assessore delegato Maria D’Aniello

Cosimo Ferraioli
Cosimo Ferraioli

Angri. COVID. Il sindaco Ferraioli diserta l’incontro con i commercianti.

Getta la spugna il sindaco di Angri Cosimo Ferraioli che ha disertato l’incontro con le categorie commerciali promosso dall’assessore delegato Maria D’Aniello. Un incontro avvenuto nello spazio antistante il palazzo comunale per ragioni strettamente legate alle misure anti – COVID. Chi si aspettava un chiarimento da parte del primo cittadino circa la brutta situazione che domenica scorsa ha coinvolto molte categorie commerciali, bloccate dall’ordinanza del 8 marzo, non ha avuto precisi chiarimenti.

Maggioranza litigiosa.

L’assenza del primo cittadino in questo delicato momento di grande emergenza sanitaria fa emergere chiaramente che la sua maggioranza sia già implosa e non abbia un preciso coordinamento politico amministrativo. Dell’ordinanza incriminata Ferraioli probabilmente, da quanto è trapelato dalla stessa maggioranza, su pressione di uno dei suoi assessori avrebbe “rettificato” soltanto l’orario di chiusura degli esercizi autorizzati all’apertura in zona rossa senza dare ulteriori indicazioni e una precisa tempistica alle altre categorie commerciali che domenica scorsa hanno subito un forte danno causato proprio dall’ambigua presa di posizione dell’amministrazione Ferraioli.

Caccia la nome dell’assessore ripudiato. La mala gestione.

Sempre da quanto trapela pare che sulla graticola sia finto proprio il “suggeritore” della rettifica, ma nessuno della maggioranza per il momento ha pubblicamente puntato il dito contro questo “alieno” delegato del sindaco: è caccia al nome dell’autore. Sul fronte politico, intanto, l’amministrazione viaggia a vista e il sindaco Ferraioli per il momento sembra non trarre nessuna conclusione su un possibile rimpasto o una verifica di maggioranza che presto potrebbe diventare pesante argomento di discussione visto che restano aperti molti lodi tra i quali: la questione legata alla sosta a pagamento, l’area ex MCM, il recupero dei tributi, soprattutto, l’emergenza del personale che sta paralizzando l’attività amministrativa coniugata alla mancata approvazione del bilancio di previsione 2021 che blocca di fatto la gestione economica dell’ente di Piazza Crocifisso.

Leggi anche Angri. COVID. L’imbarazzante silenzio dell’amministrazione Ferraioli

Luciano Verdoliva