Scafati. Ecco la casa per la famiglia Inserra

Scafati. L’uomo era in graduatoria per l’assegnazione di uno dei 50 alloggi di edilizia popolare di proprietà comunale da ben 11 anni

Luigi Inserra
Luigi Inserra

Scafati. Ecco la casa per la famiglia Inserra.

Assegnato in via provvisoria un appartamento alla famiglia Inserra. Tiene fede all’impegno preso Palazzo Mayer, assegnando in via provvisoria un appartamento di edilizia popolare a Luigi Inserra, 70enne invalido beneficiario di un alloggio pubblico da 11 anni. Inserra si era rivolto a Metropolis quando i nuovi proprietari del suo modesto appartamento in via Calvanese gli avevano intimato lo sfratto per fine locazione.

In graduatoria da undici anni.

L’uomo era in graduatoria per l’assegnazione di uno dei 50 alloggi di edilizia popolare di proprietà comunale da ben 11 anni. L’occupazione abusiva di alcuni immobili avevano sempre rallentato le procedure, complice anche i mancati sgomberi effettuati negli anni, sia per carenza di risorse economiche, che per le diverse proroghe concesse nel tempo, in ultimo quella conseguente all’emergenza Covid. Una proroga che però non è servita a frenare lo sfratto dello famiglia Inserra, perché, paradossalmente, riguarda solamente le morosità. E in questo caso il buon Luigi aveva sempre pagato il canone, lo sfratto era conseguenza del mancato rinnovo del contratto in scadenza. Tutto legittimo, ma il 70enne non sapeva dove andare, con moglie anch’essa invalida e il figlio Rosario, universitario.

L’ordinanza di assegnazione.

“Siamo vicini al nostro concittadino, e in tempi brevi assicureremo un alloggio dignitoso, mantenendo la regolarità delle procedure” spiega il sindaco Cristoforo Salvati. Martedì 23 marzo in via Calvanese arriverà l’ufficiale giudiziario, soltanto ieri mattina il legale della famiglia ha ricevuto dall’ufficio Patrimonio guidato dalla solerte dottoressa Anna Sorrentino l’ordinanza di assegnazione provvisoria.

L’intoppo.

Si tratta di un appartamento libero ma non agibile in traversa Falanga, nella centrale Via Martiri D’Ungheria. Per prenderne possesso però è necessario ristrutturarlo, e siccome le spese ricadono sulle tasche del Comune, i fondi possono essere liberi soltanto dopo l’approvazione del bilancio preventivo in scadenza al 31 marzo. Dopodiché serviranno non meno di 5 mesi per rendere agibile l’immobile. Scadenza stimata entro il mese di agosto. Martedì mattina sarà l’avvocato Tedesco a presentare ai proprietari e all’ufficiale giudiziario gli atti comunali, chiedendo quindi una proroga in attesa del definitivo trasferimento in traversa Falanga.

Nulla è dato per certo, ma sembra che la proprietà possa accettare e aspettare i tempi tecnici per la ristrutturazione dell’appartamento. Soltanto martedì mattina si avrà conferma. La vicenda della famiglia Inserra ha riacceso nuovamente i riflettori sulla piaga dell’occupazione abusiva degli immobili di edilizia residenza pubblica. Una questione spinosa che rappresenta un apposito capitolo del decreto di scioglimento del gennaio 2017. Una ricognizione degli immobili ERP è stata chiesta dalla commissione Politiche Sociali. il Comune di Scafati dispone di 50 appartamenti uso abitativo e sei uso commerciale. Oltre questi vi sono quelli di proprietà provinciale. Non pochi quelli occupati abusivamente.

Leggi anche Scafati. Ecco la casa per la famiglia Inserra

Adriano Falanga