Roccapiemonte. Area sportiva Mari, rubata una panchina

Una panchina rubata presso l’Area Sportiva Catello Mari di via Starza a Roccapiemonte. A denunciarlo il Sindaco Carmine Pagano e l’Assessore allo Sport

Revolution Slider ERRORE: Slider with alias slider-straordinaria not found.
Maybe you mean: 'sidebarhome' or 'bannerhome01' or 'homeunder' or 'banner-home-fondo' or 'slider-2-box' or 'Fondazione-Doria'

Roccapiemonte. Area sportiva Mari, rubata una panchina.

Una panchina rubata presso l’Area Sportiva Catello Mari di via Starza a Roccapiemonte. A denunciarlo il Sindaco Carmine Pagano e l’Assessore allo Sport e Protezione Civile Roberto Fabbricatore. L’episodio è stato scoperto pochi minuti fa.

Questo quanto ha dichiarato uno sgomento Sindaco Pagano: “Provo un sentimento di tristezza misto a rabbia. Non riesco davvero a capire dove si voglia arrivare. Stiamo profondendo come amministratori, anche in questo periodo di pandemia, uno sforzo inaudito per garantire ai cittadini una Roccapiemonte migliore. Purtroppo, siamo costretti a segnalare situazioni incresciose che sono opera di delinquenti e vandali. In qualità di Sindaco, e credo di raccogliere nei miei compagni di viaggio lo stesso pensiero, dico a questi soggetti che non mi arrendo. E’ il momento però che tutti i cittadini che amano Roccapiemonte facciano uno sforzo maggiore, denuncino atteggiamenti sbagliati senza timore perché, nel caso specifico, una panchina non si porta via senza dare nell’occhio. Per quanto mi riguarda, posso asserire che faremo di tutto per velocizzare i tempi per l’installazione di telecamere in altri punti della città, compreso questo dell’area sportiva Catello Mari che con
tanta fatica siamo riusciti a recuperare e portare a nuova luce. Io credo in una Roccapiemonte migliore, ma crediamoci tutti”.

L’Assessore Fabbricatore, tra i principali protagonisti della riqualificazione del campetto e della zona di via Starza ha duramente commentato l’accaduto: “Sono sconcertato. La gente sa quanto sudore, impegno e lavoro c’è dietro il completamento di quest’Area Sportiva intitolata ad un compianto amico e cittadino di Roccapiemonte, Catello Mari. Non è il primo episodio delinquenziale o vandalico che siamo costretti a denunciare alle forze dell’ordine. Penso alla casetta dell’acqua, da pochi mesi finalmente attivata, e già preda di qualche sconsiderato, così come alle panchine rovinate al campetto di via Biagio intitolato a Christian Campanile. Ma potrei andare avanti. Al di là di questo inqualificabile episodio che, ripeto, mi ha lasciato veramente di stucco, posso assicurare che l’impegno del Sindaco e di tutti noi andrà avanti più forte di prima, perché solo chi si arrende è certo di perdere”.