Angri. Assegnazione alloggi popolari: fase di stallo

Angri. Gli assegnatari degli alloggi di edilizia popolare a Fondo Messina attendono ancora di entrare, chiavi in mano, negli appartamenti prescelti

Angri Cosimo Ferraioli e Maria D'Aniello
Angri Cosimo Ferraioli e Maria D'Aniello

Angri. Assegnazione alloggi popolari: fase di stallo.

Situazione di stallo per l’assegnazione dei 26 alloggi IACP. Gli assegnatari degli alloggi di edilizia popolare realizzati lo scorso decennio a Fondo Messina attendono ancora di entrare, chiavi in mano, negli appartamenti prescelti recentemente ma che nel corso degli anni tra occupazioni abusive e danneggiamenti li hanno resi in buona parte inabitabili.

La stima dei danni agli appartamenti.

L’ufficio tecnico comunale avrebbe quantificato, per gran parte dei 26 alloggi, danni stimati per circa 120mila euro. Una cifra non in possesso dell’ente anche per la nota “cristallizzazione del bilancio” che non permette una previsione di spesa e il conseguente stanziamento complessivo dei fondi necessari per gli interventi. Due anni fa il Commissario Prefettizio Alessandro Valeri diede disposizione all’Ufficio Casa dell’ente di accelerare l’iter per l’assegnazione che, purtroppo, si è bloccata sui lavori di manutenzione degli alloggi.

La questione affrontata in “Commissione Garanzia e Controllo”.

“In Commissione Garanzia e Controllo abbiamo affrontato la questione rimasta in una situazione di stallo dopo la graduatoria definitiva della scorsa estate” dice il consigliere comunale Domenico D’Auria. Si cercano soluzioni alla situazione di stallo che impedisce ai 26 nuclei familiari di entrare in possesso degli appartamenti. “In sede abbiamo suggerito all’assessore delegato Maria Immacolata D’Aniello di verificare, per ogni singolo appartamento, somme necessarie pertinenti per la loro manutenzione di considerare l’ipotesi prevista dal regolamento regionale di potere assegnare gli alloggi che non necessitano di manutenzione o solo di piccoli interventi a gli aventi diritto che potrebbero prevedere facendosi carico dei costi di manutenzione e ripristino in caso di accettazione”.

Manca il computo metrico.

“Per completare questo iter servirebbe il computo metrico degli interventi che riguarda ogni singolo alloggio, uno strumento tecnico che tuttavia la l’assessore D’Aniello non ha ancora fatto prevenire alla commissione Garanzia e Controllo che lo aveva richiesto” dice D’Auria. Una situazione di stallo aggravata, soprattutto, dalla mancanza di risorse previste nel nuovo bilancio ancora da approvare e che sicuramente richiede ancora tempi molto lunghi.
Luciano Verdoliva

Leggi anche VIDEO – Angri. Parte l’assegnazione degli alloggi popolari IACP