Pompei. L’Infanzia monta a cavallo contro la solitudine del lockdown

Pompei. La pet therapy e la partecipazione a corsi di addestramento per imparare a cavalcare un pony sono metodi di aiuto psicologico

Pompei. L’Infanzia monta a cavallo contro la solitudine del lockdown.

“Non ho mai ricevuto tante telefonate, come in questo periodo di pandemia, da parte di genitori che mi chiedono di iscrivere i loro figli alla mia scuola di equitazione”. E’ la dichiarazione della dottoressa Sonia Palomba proprietaria ed istruttrice della scuola di equitazione “Pony Club” sita all’interno dell’azienda agricola “Bosco de Medici” di Pompei. Vale a dire in un ambiente sano in cui si respira aria aperta a pieni polmoni nel territorio vulcanico di Fossa di Valle nell’aperta campagna vesuviana.

La terapia.

La pet therapy e la partecipazione a corsi di addestramento per imparare a cavalcare un pony sono metodi di aiuto psicologico che si stanno dimostrando utili per combattere i problemi di solitudine che soffrono tanti bambini che, purtroppo, sono, di questi tempi, le vittime maggiori del lockdown dovuto al coronavirus, a Pompei, come nel resto del mondo, perché per un lungo tempo i bambini di Pompei non hanno potuto andare a scuola ed è stato praticamente impedito loro di socializzare con loro coetanei. Problemi che la signora Sonia Palomba conosce molto bene perché oltre a coltivare (fin dall’infanzia) la sua passione per i cavalli è mamma felice di due bellissime bambine ed è contenta alla nostra intervista perché oggi (anche per le sue figlie) si riapre, a Pompei, la scuola primaria in presenza per i bambini fino alla prima media. Speriamo che duri fino alla fine dell’anno scolastico. In conclusione fare amicizia con un cavallo può essere un’esperienza indimenticabile per un bambino che fa bene alla salute e soprattutto allo spirito. Allo stesso modo allevare un cane o un gatto è una bellissima esperienza che è stata sempre consigliata da medici pediatri e psicologi.

Mario Cardone