Angri. Chiude il punto vaccinale. Il silenzio dell’amministrazione

Angri. Chiude il centro vaccinale per rischio assembramento ed errori di valutazione fatti dall'amministrazione Ferraioli

Gina Fusco
Gina Fusco

Chiude il centro vaccinale per rischio assembramento ed errori di valutazione fatti dall’amministrazione Ferraioli. Interviene con un duro post social Gina Fusco preoccupata per la perdita dell’importante riferimento vaccinale in città, uno dei pochi del distretto con gravi carenze strutturali.

La nota.

“A causa dell’inerzia del sindaco, Angri rischia di restare senza punto vaccinale. Non c’è limite all’imbarazzo a cui siamo costretti ad assistere a causa di una inspiegabile e gravissima latitanza del Sindaco di Angri rispetto alle decisioni da assumere. Arriviamo sempre ultimi – scrive Fusco – e il tempo perso non si traduce mai in decisioni più meditate e più utili per la collettività, anzi, ci si ritrova sempre a fare i conti con situazioni scapestrate, disagi e disservizi”.

Trovare una nuova collocazione al centro vaccinale.

“La notizia della chiusura del centro vaccinale di Angri disposta dalla direzione distrettuale a seguito delle polemiche alimentate in particolar modo dal M5S è un ulteriore schiaffo ai cittadini di Angri. Polemiche sommarie da una parte e incapacità decisionale dall’altra: un mix micidiale. Il Sindaco della città deve mettere a disposizione locali idonei a svolgere il servizio senza interruzioni, 7 giorni su 7, è un’assoluta priorità. Non ci sarebbe certo bisogno di rimarcarlo! La direzione distrettuale – prosegue Fusco – comprende i comuni di Corbara, Sant’Egidio, Scafati ed Angri e non è possibile che i disservizi si verifichino solo ad Angri, vuol dire che non è sbagliata l’organizzazione, ma che qui si sono fatte scelte logistiche sbagliate, nonostante gli investimenti messi in campo ed i lavori effettuati dall’ASL per migliorare i locali individuati dall’amministrazione. Il Sindaco si attivi subito per rimediare”
RePol

Guarda anche VIDEO – La diretta del taglio del nastro del centro vaccinale