Pompei.Il Parco Archeologico di Pompei di Notte in #MuseumAtNight

“Partecipiamo anche noi alla #MuseumatNightChallenge, ideata da Le Pass”. Fa sapere la Direzione del Parco Archeologico di Pompei pubblicando sui social istituzionali le immagini notturne degli Scavi di Pompei, dell’Antiquarium di Pompei, di Villa Regina a Boscoreale, di Villa San Marco e degli Scavi di Oplontis. Ma è il lato lunare di Pompei che affascina l’immaginario collettivo grazie alla presenza all’interno del Parco del Santuario di Iside. A Pompei si deve la scoperta in Campania del primo tempio isiaco fuori dei confini egizi che suscitò già allora un’enorme impressione che fece riscoprire il gusto della moda egiziana che colpi la fantasia di artisti del valore di Mozart che traspose i fantasmi che abitavano quel tempio nella sua opera più famosa: “Il Flauto Magico”. Ora noi possiamo immaginare di vedere sagome misteriose che si muovono in processione dal Tempio di Iside (ritratto in foto) nelle notti magiche del #MuseumatNightChallenge per disegnare in cielo il cerchio dell’eterno avvicendamento tra la Vita e la Morte.