Angri. Degrado verde nel Rione Alfano, prevale l’incuria

Angri. Erbacce e incuria sono la dominante nel parco giochi e nello spazio antistante l’ingresso della palestra di Via Leonardo Da Vinci

Angri degrado verde
Angri degrado verde

Angri. Degrado verde nel Rione Alfano.

Angri degrado verde
Angri degrado verde

Erbacce e incuria sono la dominante nel parco giochi e nello spazio antistante l’ingresso della palestra di via Leonardo Da Vinci. La denuncia è stata fatta da alcuni genitori esasperati dal degrado che letteralmente bracca ogni attività all’aperto dei giovani che si ritrovano nei pressi della struttura del plesso scolastico nel popoloso rione.

Nessuna cura nè manutenzione.

Angri degrado verde
Angri degrado verde

Nessuna cura nè manutenzione per il parco giochi mai effettivamente aperto ai più piccoli e, come questo spazio, anche gli altri subiscono un’analoga condizione. La manutenzione del verde non appare “priorità” per la delegata azienda speciale “Angri Eco Servizi” nonostante gli sforzi e le sollecitazioni dell’assessore delegato Maria Immacolata D’Aniello “incastrata” dai procedimenti dirigenziali che impediscono, di fatto, un’azione ad ampio raggio sul territorio.

Il flaconcino.

Angri degrado verde
Angri degrado verde

Nello spazio incolto è stato rinvenuto anche un flaconcino di Alcovar la cosiddetta droga dello stupro, conosciuta anche come “ecstasy liquida”. Una droga sintetica che ha potenti effetti inibitori a livello cerebrale. L’assessore ai servizi sociali Maria D’Aniello ha confermato che il ritrovamento del flaconcino è stato segnalato alle autorità competenti.

Aldo Severino

Guarda anche VIDEO – Angri. Parcheggio Fondo Caiazzo: arrivano le proposte

Agro24Spot