L’angrese Mattia Tortora solista ballerino ne “La Traviata” al Regio di Torino

L’angrese Mattia Tortora promessa della danza sarà in scena come solista ballerino, nel ruolo Matador nell’opera de “La Traviata” al teatro Regio di Torino

Mattia Tortora
Mattia Tortora

L’angrese Mattia Tortora solista ballerino ne “La Traviata” al Regio di Torino.

L’angrese Mattia Tortora promessa della danza sarà in scena come solista ballerino, nel ruolo Matador nell’opera de “La Traviata” di Giuseppe Verdi, in scena al teatro Regio di Torino. Un ottimo auspico in previsione della ripartenza anche dei cartelloni dello spettacolo dopo la lunga e forzata pausa conseguente la pandemia.

La promessa della danza. Già a tredici anni lontano da casa.


Mattia sarà in scena dal 9 al 22 maggio prossimi. Mattia parte piccolissimo per Milano dove completa gli studi della scuola secondaria alternandoli agli studi di danza classica. Innata in lui la passione per la danza classica. Controcorrente rispetto alle ambizioni di tanti ragazzi nel 2008 a soli 13 anni Mattia inizia la sua formazione nella prestigiosa incubatrice del San Carlo di Napoli che oggi fa da sfondo proprio alla verdiana Traviata. Nel 2013. Mattia approda alla Scala di Milano alla conquista dello spazio scenico. Un lustro di maturazione che lo mette a dura prova lontano dalla sua terra e dai suoi affetti. Mattia ci crede, si rimbocca le maniche e si sacrifica arrivando con grande soddisfazione al 27 maggio 2017. Per lui il grande riconoscimento: il diploma accademico in danza classica e contemporanea alla Scala di Milano.

Il debutto alla Scala di Milano.

La piccola étoile debutterà proprio alla Scala con il Lago dei Cigni. Nel 2018 si esibisce ad Amici. Il giovane ballerino fa parte del corpo di ballo della Carmen di Amedeo Amodio in scena a Roma, al Teatro Olimpico. Il corpo di ballo farà la sua esibizione nello studio di Maria De Filippi in una puntata di Amici. Nel 2019 Mattia è uno dei ballerini solisti nello spettacolo Diaghilev – Nijinsky che rende omaggio a una delle pagine più significative della storia della danza e agli autori di una nuova rivoluzionaria espressione artistica: Sergei Diaghilev, instancabile impresario teatrale russo, e Vaslav Nijinsky, divino danzatore e genio del balletto. Lo spettacolo va in scena al Teatro Comunale “Luciano Pavarotti” di Modena con la Compagnia Daniele Cipriani.

La danza dei Pink Floyd.

Nel 2020 è danzatore “giovane e guizzante” sempre nella Compagnia Daniele Cipriani nello spettacolo SHINE Pink Floyd Moon, regia e coreografia di Micha van Hoecke, con la musica dal vivo della band Pink Floyd Legend.

Luciano Verdoliva

Leggi anche Da Angri a Milano. Mattia Tortora. Il giovane ballerino che danza alla Scala