Boscotrecase. COVID: 30 al ristorante per matrimonio, multati anche sposi

Boscotrecase. i carabinieri sono intervenuti per interrompere una cerimonia non autorizzata e dove non venivano rispettate le misure anti - Covid in vigore

Carabinieri controlli anti COVID - Foto dal web
Carabinieri controlli anti COVID - Foto dal web
Revolution Slider ERRORE: Slider with alias slider-straordinaria not found.
Maybe you mean: 'sidebarhome' or 'bannerhome01' or 'homeunder' or 'banner-home-fondo' or 'slider-2-box' or 'Fondazione-Doria'

Covid: 30 al ristorante per matrimonio, multati anche sposi.

Matrimonio al ristorante con trenta invitati: multati anche gli sposi. È accaduto a Boscotrecase (Napoli), dove i carabinieri sono intervenuti per interrompere una cerimonia non autorizzata e dove non venivano rispettate le misure anti – Covid in vigore. L’intervento ricade nell’ambito di un servizio ”alto impatto” condotto dai militari dell’Arma della compagnia di Torre Annunziata, insieme con quelli del reggimento Campania, e che ha riguardato diversi comuni dell’area vesuviana.

Il risultato dei controlli.

In tutto sono state 107 le persone controllate, la meta’ delle quali pregiudicate, 73 invece i veicoli fermati durante i diversi posti di controllo pianificati, con tredici sanzioni al codice e la strada notificate. A San Giuseppe Vesuviano un uomo di 52 anni, al quale vengono contestati abusi edilizi, è stato notificato un ordine di carcerazione: dovrà scontare otto mesi di detenzione domiciliare.

A Boscoreale un trentasettenne è stato arrestato in esecuzione di un ordine di carcerazione: deve scontare un anno di detenzione domiciliare per spaccio di stupefacenti. A Torre Annunziata, invece, un uomo di 46 anni è stato arrestato in esecuzione di un altro ordine di carcerazione: portato al carcere di Poggioreale, sconterà nove mesi di reclusione per furto aggravato. Sempre nella città oplontina sono state contravvenzionate 18 persone per mancato rispetto della normativa anti – Covid per violazione delle regole sul coprifuoco e sull’uso dei dispositivi di protezione.

ANSA

Leggi anche Angri. Pubblica illuminazione al comune. La soddisfazione di Milo

Agro24Spot