Pompei. Parco del Bambino urgenza della manutenzione del verde

Pompei. Degrado: con l’erba alta oltre un metro i figli dei residenti del Parco del Bambino del rione di via Aldo Moro corrono pericoli di ogni genere

Pompei. Parco del Bambino urgenza della manutenzione del verde.

(Pompei – Mario Cardone) Installare impianti di giochi per bimbi nei parchi pubblici di Pompei senza provvedere preventivamente alle misure igieniche di manutenzione e pulizia ambientale equivale a creare un’occasione di pericolo per la loro salute. Con l’erba alta oltre un metro i figli dei residenti del Parco del Bambino del rione di via Aldo Moro corrono il pericolo di essere punti da insetti pericolosi o essere morsi dagli animali di ogni genere che si riproducono proprio in questo periodo primaverile in un ambiente fluviale degradato come quello dell’area umida del fiume Sarno. Animali e insetti portatori di malattie pericolose infestano di questo periodo i manti erbosi che offrono loro i maggiori ripari alla loro nidificazione.

Solleciti.

Bisognerebbe chiedersi se l’Ufficio tecnico ha provveduto a sollecitare l’azienda sanitaria locale di provvedere al periodico intervento preventivo contro le zanzare. Nessuno vorrebbe che dopo tanta attenzione per la salute dei dal covid-19 che essi fossero esposti a pericoli di infezioni maggiori. Ecco il motivo che preoccupa la vista dei ragazzi del quartiere giocare a torso nudo sugli scivoli installati dal Comune. Stato di pericolo fa scattare l’urgenza di sanificazione preventiva dell’ambiente che preveda in primis l’eliminazione delle erbe invasive oltre alla potature degli alberi e delle piante ornamentali. Un intervento che potrà costare tutt’al più qualche migliaio di euro (soldi che a quanto dice il sindaco ripetutamente non mancano) ma l’esperienza di questi ultimi due anni ci ha insegnato che prevenire i problemi è in ogni caso molto meno costoso per una comunità delle soluzioni riparatrici.