Pompei. In autonomia verso il Covid Free

(Pompei – Mario Cardone) Con solo 98 casi attuali la situazione nel Comune di Pompei al 10 maggio registra per l’ultima settimana solo 20 nuovi casi positivi a fronte di 33 guariti e senza nessun nuovo lutto da coronavirus per le famiglie pompeiane. Il risultato complessivo in questo caso si ferma (speriamo definitivamente) al risultato complessivo di 56. A questo punto appare chiaro a tutti che se si vuole salvare l’economia locale per la stagione estiva 2021 accogliendo in piena sicurezza sanitaria il flusso turistico internazionale, che si prospetta di origine quasi esclusivamente europea, bisogna che ogni operatore sociale diventi protagonista della tutela sanitaria del territorio con la consapevolezza che la responsabilità civica vale più dei controlli anche perché la vaccinazione prosegue a Pompei a ritmo normale. Vale a dire senza le incentivazioni concesse alle Isole del Golfo e (si prospetta) per altri territori a flusso turistico balneare. Se serve i pompeiani, alla fine, potranno consolarsi con una considerazione oggettiva: Se le isole subiscono la concorrenza della Grecia e le costiere (sorrentina, amalfitana e cilentana) quella della costa croata, per quanto riguarda Pompei non c’è concorrenza che valga. La città riemersa nella sua interezza da ceneri e lapilli è un miracolo esclusivo dell’Archeologia italiana e per questo motivo il suo turismo non subisce concorrenza.