Violenza su una 15enne. Si indaga a San Marzano sul Sarno

Carabinieri
Arma dei Carabinieri

Parte un’ indagine per violenza sessuale per quanto accaduto giorni fa, a San Marzano sul Sarno, ad una ragazzina di 15 anni.

I carabinieri di San Marzano sul Sarno stanno indagando su una presunta violenza sessuale ai danni di una ragazza di 15 anni che ha denunciato di essere stata infastidita domenica scorsa da un giovane nord africano.
In presenza del padre, la giovane ha raccontato tutto ai carabinieri. La ragazzina era seduta, insieme ad una sua amica, su un muretto in via Turati e stavano chiacchierando tra loro. Erano da poco passate le ore 20 quando si è avvicinato un uomo, dell’apparente età di 20 anni, di origini nordafricane, che dopo averle detto che “era bella”, le ha poggiato una mano sulla spalla per poi farla scivolare sul seno.
A quel punto, la ragazzina impaurita, è andata via insieme alla sua amica mentre l’uomo si è allontanato dopo essere stato chiamato da un suo connazionale. La ragazzina ed una amica hanno raccontato tutto a un loro coetaneo che ha chiamato i carabinieri. La famiglia ha poi deciso di presentare una denuncia, i carabinieri indagano per violenza sessuale.

Il sindaco di San Marzano

Sull’episodio è intervenuto anche il sindaco Carmela Zuottolo, che ha chiesto la convocazione del Comitato provinciale per l’ Ordine e la sicurezza pubblica anche in ragione di una rissa che si sarebbe consumata, sempre nello scorso weekend, tra un gruppo di extracomunitari. «Il proliferare di questi eventi – ha detto – potrebbe certamente essere arginato con azioni di controllo stringenti del territorio da parte delle forze dell’ ordine. La locale stazione dei carabinieri porta avanti un lavoro encomiabile, ma evidentemente non sufficiente ad arginare i fenomeni dilaganti di criminalità che si stanno verificando con una certa frequenza. È divenuto indispensabile porre in essere azioni straordinarie di controllo delle zone in cui vivono maggiormente i cittadini stranieri, luoghi che oggi si caratterizzano per illegalità e irregolarità diffuse».
La lettera è stata inviata al Prefetto, con le indicazioni dei luoghi maggiormente sensibili: tra questi, la zona del centro storico. I carabinieri sono al lavoro sui due episodi, con la visione di telecamere di sorveglianza e l’ escussione di potenziali testimoni. Allo stesso modo, si cerca di ricostruire la dinamica della rissa consumatasi tra stranieri, giorni fa
Agro24Spot