Scafati. ACSE, si torna all’antico con la gestione politica

Scafati. Passa dall’ampliamento dei servizi offerti, la reintroduzione del CDA alla partecipata Acse. Sarà il Consiglio Comunale a votare la delibera il prossimo 21 giugno

ACSE Scafati
ACSE Scafati

Scafati. ACSE, si torna all’antico con la gestione politica.

Passa dall’ampliamento dei servizi offerti, la reintroduzione del CDA alla partecipata Acse. Sarà il Consiglio Comunale a votare la delibera il prossimo 21 giugno. Un atto d’indirizzo a firma dell’assessore alle Partecipate Serena Porpora, che impegna gli uffici preposti a uno studio di fattibilità per trasferire alla società partecipata che gestisce la raccolta rifiuti, anche la custodia della Villa Comunale e il verde pubblico all’interno del cimitero di via della Gloria.

Multiservizi.

L’Acse è già affidataria dei servizi cimiteriali. La stessa proposta di delibera reintroduce anche il CDA, alla luce dei nuovi servizi offerti. Lo studio di fattibilità prevede l’obbligo d’invarianza di spesa e stabilisce anche i requisiti per la scelta dei componenti: Laurea triennale in Giurisprudenza/Economia per la figura del Presidente e diploma per i due componenti. Una decisione che però non ha entusiasmato la stessa vicesindaco e proponente Serena Porpora, che al sindaco Cristoforo Salvati ha esternato le proprie perplessità, perché si è vista togliere competenze alla sua delega al verde pubblico e Villa Comunale. Si rischia di creare un conflitto di poteri.

Atto d’indirizzo.

L’atto d’indirizzo ha comunque già suscitato le polemiche delle forze di minoranza, soprattutto alla luce della precarietà del servizio raccolta rifiuti delle ultime settimane. “Ci auguriamo che questo fattore migliori con le n nuove assunzioni – così Daniela Ugliano, assessore all’Ambiente – secondo fattore l’impossibilità attuale di vigilare su un territorio vasto, perché purtroppo anche i vigili hanno poco personale e infine, non da ultimo per importanza, la scarsa attenzione dei cittadini al corretto sversamento. Prevediamo l’utilizzo di foto trappole a breve”.

Revolution Slider ERRORE: Slider with alias slider-straordinaria not found.
Maybe you mean: 'sidebarhome' or 'bannerhome01' or 'homeunder' or 'banner-home-fondo' or 'Fondazione-Doria' or 'fonda'

Le critiche di Grimaldi.

Michele Grimaldi su ACSE
Michele Grimaldi su ACSE

Critico Michele Grimaldi. “Con l’incedere della stagione estiva la situazione rischia di peggiorare, e di aumentare il livello dei miasmi e del pericolo igienico sanitario. E il Sindaco che fa? Presenta in Consiglio comunale un atto d’indirizzo per ripristinare il CDA dell’ACSE, per distribuire nuovi incarichi a spese dei cittadini. Si propone anche di affidare alla controllata nuovi servizi. E con quali mezzi, risorse e operatori? Si pensa di continuare con il lavoro precario e i sorteggi?”. Il consigliere di minoranza, a oltre due anni dalla nomina di Giovanni Marra come amministratore unico della partecipata, focalizza l’attenzione sull’assenza di un piano industriale. “Che ne segnasse la strategia di rilancio, un piano di assunzioni che sopperisca all’evidente carenza di organico – continua – Occorre poi maggiore trasparenza su costi, gestione, spese dell’Acse, tra consulenze e appalti dati sotto soglia: e cioè sarebbe il caso che prima o poi il Sindaco, come in suo potere, e come previsto dallo statuto, chiedesse all’Amministratore Unico di relazionale al Consiglio e dunque alla città su criticità, modalità di funzionamento e prospettive della società che guida”.

Adriano Falanga

Guarda anche VIDEO – Scafati. Fiume Sarno c’è ancora tanto da fare