Sarno. Incendio nell’ex cava Cordasco in località Foce

Incendio a Sarno. Le fiamme si sono levate nell’ex cava Cordasco in località Foce, nel polmone verde della città.

Incendiati cumuli di rifiuti di ogni genere. A quanto pare, dalle prime indiscrezioni, nell’area ci sarebbero state plastiche e solventi, taniche e vernici, lastre in ferro e probabilmente eternit. Una colonna di fumo nero e denso, nella tarda mattinata di ieri si è levata in periferia, a pochi passi dalla sorgente del fiume Sarno. È stato un volontario dell’ Associazione Kronos di Salerno ad accorgersi delle lingue di fuoco che stavano avvolgendo le cataste di materiale di risulta e rifiuti e si stavano propagando con estrema rapidità minacciando anche le aree circostanti.
Sul posto è stato immediato e provvidenziale l’ intervento dei vigili del fuoco, i volontari della protezione civile, le forze dell’ ordine. In zona l’ operazione è durata diverse ore, prima che i caschi rossi riuscissero a domare l’ incendio e mettere in sicurezza. L’ ipotesi per adesso presa in considerazione dagli investigatori è che possa trattarsi di una azione dolosa.
Solo poche settimane fa le fiamme erano divampate in un’ altra ex cava, anche in quel caso i rifiuti all’ interno furono ridotti in cenere con grave rischio ambientale. Si sta ora valutando anche l’ intervento dell’ Arpac in zona, dopo che il materiale plastico andato in fiamme ha sprigionato una nube nera nell’ area periferica. Ed a Sarno ritorna ancora l’ incubo roghi, nonostante una massiccia campagna anti incendio e una operazione che ha portato ad intensificare i controlli e a realizzare una rete di videosorveglianza nelle aree più critiche.
Agro24Spot