Sant’Egidio del Monte Albino. La Mura non si candida

Sant'Egidio del Monte Albino. Non sarà il candidato sindaco. Antonio La Mura lo comunica con un lungo post social ai suoi “cari concittadini”

Antonio La Mura
Antonio La Mura

Sant’Egidio del Monte Albino. La Mura non si candida

Non sarà il candidato sindaco. Antonio La Mura lo comunica con un lungo post social ai suoi “cari concittadini”. Una decisione che sembra essere stata presa con sofferenza “dopo settimane di riflessione”. “Lo faccio con sofferenza ma consapevole che la sincerità e la responsabilità pagano sempre. In tutti questi anni di impegno pubblico, ho interpretato sempre la politica come servizio alla comunità. Sono stati anni esaltanti, in cui la fatica non ha mai vinto sull’entusiasmo e la gioia di dedicarmi alla mia città, alla mia terra e alla mia gente con tutte le energie e le risorse che avevo a disposizione. Naturalmente, per chi interpreta così la politica, tutto questo significa anche sacrifici e rinunce e io stesso ho dovuto farne, spesso trascurando la vita privata, la famiglia, il lavoro.
Ci sono momenti però nei quali la vita ti mette di fronte a delle scelte ed è fondamentale compiere quelle giuste. Tutti voi sapete bene che la candidatura a sindaco alle prossime elezioni amministrative sarebbe stata ed è tuttora per me lo sbocco naturale del mio percorso. Ci ho lavorato tanto in questi anni, sempre con l’aiuto, il sostegno e il supporto di tante amiche e tanti amici che hanno creduto in me e continuano a farlo” si legge nella nota social. Una scelta di carattere strettamente professionale come spiega nella seconda parte della lettera.

Una scelta di natura dettata da impegni professionali.

“Devo fare i conti con una realtà diversa, che riguarda il mio lavoro e che è maturata in queste ultime settimane. L’UCI – Unione Coltivatori Italiani, l’organizzazione per la quale lavoro, è cresciuta e con essa le responsabilità e gli impegni che i colleghi e i dirigenti nazionali mi hanno chiesto di assumere. È un passaggio delicato del mio impegno professionale, che non riguarda solo me, ma le tante persone che con me lavorano e che da me e dalle mie scelte dipendono. Sento, in coscienza, di non poter trascurare questo aspetto, che tocca il futuro professionale mio e di tanti altri. Se non avessi, in questa fase, la capacità di individuare le priorità giuste, finirei per non fare bene nulla. Sinceramente, non posso permetterlo. Lo devo da un lato alla mia famiglia e ai miei colleghi, dall’altro a tutti voi miei concittadini. Per questa ragione ho maturato una decisione difficile e sofferta, che è quella di rinunciare alla candidatura a sindaco di Sant’Egidio. Nel comunicarvelo, voglio anzitutto scusarmi con quanti hanno creduto in me in tutti questi mesi, incoraggiandomi e spingendomi a diventare sindaco. Voglio scusarmi con i miei colleghi amministratori, con il mio carissimo amico e primo sostenitore Nunzio Carpentieri. Sono convinto che tutti vorranno capire le ragioni di questa scelta e tenere conto della sofferenza che ha comportato. Alle colleghe e ai colleghi di maggioranza e all’Onorevole Carpentieri va il mio ringraziamento commosso per la loro stima e la loro vicinanza. A Nunzio, in particolare, che per me è stato sempre un faro e da cui ho imparato la passione, la dedizione, lo spirito di sacrificio; a lui, che da sempre ha riposto in me fiducia e stima, dico che tutto questo io non potrò mai dimenticarlo”.

Garanzia dell’impegno.

La Mura comunque garantisce il suo: “impegno accanto alla maggioranza che governa Sant’Egidio non si ferma qui. Lavorerò con convinzione al progetto politico che ci condurrà alle elezioni. Credo che questa maggioranza debba e possa essere il perimetro naturale nel quale individuare la figura del candidato attorno al quale concentrare le nostre energie e il nostro impegno. Io sarò al suo fianco, con convinzione e determinazione. Amo Sant’Egidio profondamente, di un amore viscerale che nulla potrà affievolire. Continuerò a servirla e ad amarla con lo stesso spirito di servizio. Credetemi, è stata davvero una decisione difficile e sofferta. Ma sono certo che voi la comprenderete”.

RePol

Guarda anche VIDEO – San Marzano su Sarno. Ecco il “Progetto Strade”

Agro24Spot