Scafati. Vigili Urbani, Salvati sceglie Dionisio e Barletta va via

Convenzione prorogata al comandante fino a dicembre. Barletta, tra le polemiche, decide di non rientrare in servizio

Salvatore Dionisio
Salvatore Dionisio

Rinuncia a tornare in organico il già comandante della Polizia Municipale, Pasqualino Barletta. L’ufficiale ha comunicato la sua decisione al sindaco Cristoforo Salvati attraverso una lettera in cui sono evidenti delle note polemiche, e soprattutto, il contenuto contrasta con quanto lo stesso primo cittadino ha dichiarato. Necessario fare un passo indietro. Barletta, dipendente a tempo indeterminato del Comune di Scafati e in possesso dei requisiti per assumere la guida del comando di via Melchiade, per disposizione del sindaco era subentrato al dimissionario Giovanni Forgione, nel marzo 2020. Lo stesso però, accettando un incarico ex 110 come comandante dei caschi bianchi di Palma Campania, aveva chiesto, ed ottenuto, un anno di aspettativa non retribuita. Non avendo in organico personale idoneo a sostituirlo, la Giunta Salvati aveva stipulato una convenzione con il Comune di Siano per portare a Scafati, a scavalco e per 18 ore settimanali, lo scafatese Salvatore Dionisio. In prossimità di scadenza della convenzione (30 giugno) Barletta decide di rientrare a Scafati, dando disponibilità a partire dal 7 luglio. Un rientro però da comandante. Fatto sta che Salvati, forte della fiducia e soddisfazione per l’operato di Dionisio, decide di rinnovare comunque la convenzione con Siano, per trattenerlo fino a fine anno. Il rischio è di ritrovarsi con due comandanti, ed economicamente rinnovare la convenzione appare, secondo anche il parere della responsabile finanziaria Anna Farro, una scelta svantaggiosa, se non addirittura immotivata. Perché tenere un comandante al 50% quando in organico c’è già un pari categoria, dipendente a tutti gli effetti dell’ente? Salvati però tira dritto. Il 5 luglio prorogherà con decreto l’incarico a Dionisio per soli due giorni, in attesa del rientro di Barletta. Quest’ultimo però comunicherà la sua rinuncia, e Salvati il giorno 6 luglio con nuovo decreto rinnoverà l’incarico all’attuale comandante, fino al 31 dicembre. “Nonostante la volontà di procedere ad un interpello interno che mi consentiva di valutare i curricula, ho appreso della rinuncia di Barletta, procedendo ad effettuare la nomina al comandante Dionisio, che ha effettuato un ottimo lavoro in una fase emergenziale” puntualizza il sindaco. Ma le sue parole vengono in parte smentite da quanto scrive l’ex comandante. Barletta infatti chiarisce di aver rinunciato perché a seguito dei colloqui interni con lo stesso primo cittadino, aveva appreso che questi intendeva avvalersi del dipendente in convenzione al 50% (part time), rispetto ad un capo settore a tempo pieno e già in organico. Non l’ha presa bene Pasqualino Barletta, tant’è che, riservandosi di adire le vie legali, ribadisce di essere pronto a ritornare immediatamente, ma solo quale comandante del corpo di Polizia Municipale.

Adriano Falanga

Agro24Spot