Angri. Mancata riqualificazione Corso Italia sotto la lente

Angri. Mancata riqualificazione Corso Italia sotto la lente. La nota stampa di una parte di opposizione consiliare sulla questione parcheggi

Angri Ex Scuola Fusco riqualificazione
Angri Ex Scuola Fusco riqualificazione

Angri. Mancata riqualificazione Corso Italia sotto la lente. La nota stampa di una parte di opposizione consiliare sulla questione parcheggi.

La nostra posizione circa il progetto di Riqualificazione Corso Italia (ormai nota come “Questione parcheggi”) di forte contrarietà è più che nota, oltre ogni possibile interpretazione! Non siamo d’accordo per niente sulle procedure adottate (a dir poco ambigue e piene di contraddizioni), sui vantaggi esclusivi a favore del privato e sulle modalità di gestione tese a favorire esclusivamente il privato (consuetudine per questa Amministrazione): basti pensare al numero degli stalli per diversamente abili, l’obbligo che questi paghino sulle strisce blu, la tariffazione a ora intera senza frazionamento e senza alcuna flessibilità da parte del gestore di concedere anche solo pochi minuti. (fino a ora solo chiacchiere).

Ordunque, a tutto questo (e ce n’è ancora tanto altro) si aggiunge la beffa che quei fantomatici lavori di riqualificazione di Corso Italia (ex Primo Circolo), quelli decantati durante la campagna elettorale, gli stessi che sono stati rinviati più volte, non sono ancora partiti (e chissà se partiranno!). Tutto ciò nonostante le migliorie a vantaggio del privato, lo stesso Privato che doveva prima realizzare le opere e dopo incassare gli introiti dei parcheggi che gli avrebbero fatto recuperare l’investimento, lo stesso privato a cui è stata data la assurda possibilità di vendere box auto su suolo di proprietà del Comune. Ebbene, questi lavori che fine hanno fatto?

Nulla è saputo, nulla è dovuto (secondo loro) e noi siamo costretti a stare a guardare uno scempio che diventa sempre più degradante e degradato, uno spettacolo che va via via prendendo le sembianze di una tragedia. Sì, una vera e propria tragedia perché tanta è stata la paura ad Angri: nel pomeriggio del 9 luglio, è scoppiato un vasto incendio nell’ex primo circolo didattico, in via Cervinia. Sono stati i residenti a lanciare l’allarme. Le fiamme sono state domate dai Vigili del Fuoco. Ora è rimasta solo cenere, come quella da cui dobbiamo trovare la forza per ripartire e riappropriarci della nostra dignità di cittadini.

I consiglieri comunali di opposizione: Caterina Barba, Marco De Simone, Giuseppe Del Sorbo (1971) e Alberto Milo.

Agro24Spot