Sarno, ricostruzione post frana: 2 milioni di euro dalla Regione Campania

Sarno frana
Sarno frana

Ricostruzione post frana delle abitazioni in aree non a rischio, nuovo impulso con 2 milioni di euro dalla regione Campania e la gestione che passa al Comune. Una pagina aperta da oltre 20 anni quella della ricostruzione fuori sito, sono almeno 20 le pratiche che hanno subito diversi stop burocratici e che adeso potrebbe avere un nuovo avvio per definire il tutto.

Il Comune di Sarno aveva avanzato una proposta, poi accettata, e quindi ora subentra all’Ufficio Speciale Grandi Opere nel perfezionamento delle pratiche e delle procedure. Dunque l’ente comunale diventa a tutti gli effetti ente attuatore. Una richiesta da Palazzo San Francesco, su proposta dell’Assessore Eutilia Viscardi, e che la Regione ha accolto ed approvato.

“Stiamo lavorando per chiudere questo altro capitolo che riguarda il post- frana – dichiara il Sindaco Giuseppe Canfora-. Sono atti che le famiglie attendono da tempo. Da ente attuatore, il Comune saprà dare una ulteriore accelerata perché abbiamo già predisposto le procedure. Ringrazio la Regione Campania per la sensibilità e la vicinanza alla nostra comunità. La sinergia tra istituzioni sta dando delle importanti risposte che si traducono in opere”.

“La Regione – ha spiegato l’assessore Viscardi – ha accolto la nostra istanza considerando la necessità di dare impulso al completamento delle pratiche residuali relative alla ricostruzione post alluvione, del 5 e 6 maggio 1998, nel comune di Sarno presso il quale, peraltro, sono custoditi tutti i fascicoli. L’ufficio tecnico aveva già predisposto un elenco comprendente le pratiche di contributo in attesa di assegnazione o di completamento dei ratei di erogazione. Più o meno una ventina.. La città di Sarno ha la necessità di chiudere la triste pagina della frana del 1998, dovranno rimanere solo il ricordo e l’obbligo di commemorare e ricordare”

Agro24Spot