Nocera Inferiore. Ospedale: chirurghi precettati

Nocera Inferiore. Chirurghi precettati con ordini di servizio. Una decisione che fino alla scorsa settimana avrebbe caratterizzato l’organizzazione dei turni notturni all’ospedale Umberto I

Nocera Inferiore Ospedale Umberto I
Nocera Inferiore Ospedale Umberto I

Nocera Inferiore. Ospedale: chirurghi precettati.

Chirurghi precettati con ordini di servizio. Una decisione che fino alla scorsa settimana avrebbe caratterizzato l’organizzazione dei turni notturni all’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore creando anche un certo dissenso tra i dirigenti medici di chirurgia di Pronto Soccorso. Un’inusuale procedura di trasferimento per il turno di notte, dalla corsia di chirurgia che non sarebbe piaciuta ai camici bianchi. Una procedura che metterebbe a rischio pazienti e personale scrive oggi il quotidiano “La Città”.

Situazione sotto controllo

Negli ultimi giorni la situazione sarebbe tornata sotto controllo e non si sarebbero registrati ordini di servizio improvvisi e nemmeno decisi dal pronto soccorso ma il rischio di attuare la procedura resta concreto e legato ad altre possibili emergenze. Il personale di chirurgia, così come quello di pronto soccorso, rimane certamente esiguo. Per coprire i turni dell’area chirurgica pare sia stata sondata anche la disponibilità dei reparti di urologia, otorinolaringoiatria e odontostomatologia. La questione è al vaglio del direttore sanitario Maurizio d’Ambrosio impegnato a garantire la giusta copertura del personale.

Il Mauro Scarlato

L’ASL Salerno ha riorganizzato anche le funzioni dei reparti del COVID Hospital di Scafati per recuperare medici per il pronto soccorso, ma con il contagio in ripresa i camici bianchi potrebbero ritornare a essere utili nuovamente al Mauro Scarlatto. Critiche le situazioni ai reparti di ortopedia, gastroenterologia e la neurochirurgia che è rimasta con una forza di cinque medici.

Guarda anche VIDEO – Angri. La proposta: una strada alternativa al traffico della scuola Fusco