Sant’Egidio del Monte Albino. Voto: chi dopo Carpentieri?

Sant'Egidio del Monte Albino. Tempi serrati per decidere il dopo Carpentieri. Si susseguono fitti gli incontri per individuare il candidato tipo

Sant'Egidio del Monte Albino voto
Sant'Egidio del Monte Albino voto

Sant’Egidio del Monte Albino. Chi dopo Carpentieri?

Tempi serrati per decidere il dopo Carpentieri. Si susseguono fitti gli incontri per individuare il candidato tipo per gestire l’amministrazione locale che si avvierà dopo la tornata elettorale del prossimo ottobre. Un palmo di nomi ancora da sfoltire. Alle schermaglie si alternano nomi quanto meno verosimili e chi fa ancora sul serio, se non trova altri ostacoli, è l’architetto Giovanni Marrazzo che ha sempre dato disponibilità a costruire un progetto di prospettiva e di “visione” per il suo paese.

Avversario in famiglia per Giovanni Marrazzo

Ma la distanza siderale, che lo separa da una possibile unità d’intenti, è ancora notevole e il suo principale “avversario” sta proprio nel casato è risponde al nome dell’attuale vice sindaco e assessore delegato Gianluigi Marrazzo, nipote stretto di Giovanni.

Candidati ancora nascosti

Il resto dei candidati gioca ancora a carte coperte proprio per evitare il tritacarne mediatico e bruciature dell’ultimo momento, ma già a fine mese la situazione dovrebbe essere chiara con la presentazione delle liste, le alleanze e i possibili “schieramenti contrapposti”. La difficile eredità Carpentieri con un comune fortemente indebitato, mancati interventi sul territorio, servizi essenziali bloccati da anni e la spinosa questione legata al “forno crematorio” fanno riflettere i candidati alla fascia tricolore. Potrebbe, infatti, prospettarsi un quinquennio di patimento.

RePol

Guarda anche VIDEO – S. Egidio al voto. La determinazione di Giovanni Marrazzo