Angri. Il senso di abbandono: la palestra di Via Nazionale

Angri. Resta poco chiaro il futuro della ex palestra collocata all’interno del Plesso Scolastico “Taverna” di Via Nazionale. Non solo anche dell’annessa area giochi

Angri Palestra Taverna
Angri Palestra Taverna

Angri. Il senso di abbandono: la palestra di Via Nazionale

Resta poco chiaro il futuro della ex palestra collocata all’interno del Plesso Scolastico “Taverna” di Via Nazionale. Non solo anche dell’annessa area giochi attrezzata chiusa da anni. Realizzata durante il mandato Postiglione, oggi è diventato un vergognoso monumento di rovine, macerie simbolo dell’incuria e del menefreghismo collettivo. La palestra del plesso Taverna, è stata vandalizzata nel tempo. Una struttura facilmente raggiungibile dalla vicina e trafficata Strada Statale 18. La mancanza di recinzioni o altri sistemi di protezione hanno incoraggiato atti di feroce vandalismo. Entrando all’interno della struttura, bene in evidenza lo sfondamento dei muri alle spalle di quello che doveva essere un palco permanete per manifestazioni di ogni genere.

La terra di nessuno

Si respira rabbia, rassegnazione e abbandono. Nel 2010 gran parte della struttura del plesso “Taverna”, il parco giochi con le giostrine installate nei primi anni duemila, fu prima affidata alla parrocchia Regina Pacis e successivamente al Circolo Didattico a cui venne affidato anche il campo di calcetto, pure questo vandalizzato. La realtà però è bene evidente sotto gli occhi di tutti: sono decenni ormai che la struttura è stata completamente abbandonata al degrado, la politica non si è mai minimamente accorta di questo scempio che si affaccia sulla via Nazionale.

Due proposte cadute nel vuoto

Nel 2014 vi fu interesse per il recupero funzionale della palestra anche grazie alla sollecitazione di addetti ai lavori e semplici cittadini stanchi della vergogna. L’Associazione “Amici della Periferia”, guidata da Pietro Grimaldi produsse una richiesta di fondi per la ristrutturazione della palestra. Fu anche approvata la delibera della Giunta Comunale Mauri nella quale era espresso l’intento di ristrutturazione, messa in sicurezza e adeguamento spazio funzionale del centro sportivo Taverna richiedendo appositi fondi alla Regione Campania. Nel 2016 l’allora assessore delegato Caterina Barba dell’amministrazione Ferraioli proposte di realizzate all’interno della palestra una cucina scolastica ovvero un centro di cottura. Il progetto avrebbe dovuto beneficiare, anche in questo caso, dell’intercettazione di fondi europei. Nulla si è più saputo e le macerie della palestra sono ancora una vergogna permanete, un’occasione poteva essere quella di tentare l’intercettazione dei fondi per la “rigenerazione urbana” e magari fare una sintesi delle due proposte che negli anni sono state avanzate, ma si naviga a vista.
Luciano Verdoliva

Guarda anche VIDEO – Angri. Salerno. Una cucina scolastica nella palestra del plesso Taverna