Pagani. Precisazioni dei gruppi di maggioranza a un anno dalle elezioni

Pagani. Precisazioni dei gruppi di maggioranza a un anno dalle elezioni. La nota dei gruppi Consiliari di Maggioranza

Pagani Comune 2021
Pagani Comune 2021

Precisazioni dei gruppi di maggioranza a un anno dalle elezioni

La nota dei gruppi Consiliari di Maggioranza: Civicamente, Orizzonte Comune, Disegno Pagani e Pagani Protagonista

“A un anno dalle elezioni comunali, riteniamo opportuno fare delle precisazioni a proposito delle farneticanti dichiarazioni degli ultimi giorni a mezzo stampa e sui social. I problemi della città di Pagani sono ben noti a tutti, oseremo dire che l’Italia intera, come qualcuno diceva nei tempi passati, conosce gli sconci di natura giuridico – amministrativa che si sono perpetrati ai danni della nostra collettività, portando la città negli anni scorsi all’ennesimo commissariamento”.

“La nostra amministrazione, guidata dal sindaco De Prisco, si è trovata a fronteggiare problemi di natura amministrativa di non poco conto: bilanci non approvati, uffici comunali allo sbando, macchina comunale ormai ridotta all’osso, ma non si è persa d’animo”.

I fatti

“Sono i fatti a dirlo: in pochi mesi siamo stati in grado di rimettere in sesto l’iter burocratico inerente le approvazioni di bilancio, così come previsto dalla normativa degli enti locali, e nel contempo abbiamo lavorato in modo certosino e costante alle progettualità, portando avanti progetti del passato e pianificando e intercettando finanziamenti per opere pubbliche future. Il tutto in una situazione di emergenza sanitaria mondiale, fronteggiata con prontezza, assicurando a Pagani sia l’Usca sia ben due punti del Punto vaccinale territoriale.
Ancora una volta si sta dimostrando di tenere ai livelli occupazionali dei dipendenti delle Partecipate comunali, creando con la SAM un’estensione della società partecipata, per la quale si sta completando l’iter e il quadro amministrativo, così come prevede la norma, perché noi rispettiamo le leggi. Inoltre stiamo lavorando con puntualità al Puc, il cui iter è fatto da procedimenti e processi, da studi e progettazioni, da ascolto e incontri, che sono in corso di svolgimento e che porteranno, entro la fine dell’anno, alla presa d’atto del preliminare di Piano. Agli altri lasciamo le inutili e sterili polemiche, pur comprendendo che i pochi attimi di notorietà a qualcuno possono giovare. Noi ci concentriamo sui progetti e sugli atti da portare avanti per la nostra città”.