Angri. Verso la riapertura il parco urbano di Via Niglio

Angri. Con determina dirigenziale del settore lavori pubblici è stata revocata la convezione con il concessionario

Angri. Villa Comunale Via Generale Niglio
Angri. Villa Comunale Via Generale Niglio

Angri. Verso la riapertura il parco urbano di Via Niglio

Il parco urbano di via Generarle Niglio presto potrebbe essere riaperto al pubblico. Con determina dirigenziale del settore lavori pubblici, in effetti, è stata revocata la convezione con il concessionario “per gravi inadempienze”. Una lunga fase di stallo ha determinato anche la prolungata chiusura del parco, rivendicato dagli abitanti del popoloso quartiere di edilizia popolare residenziale e popolare, sorto alla fine degli anni novanta. Il parco aperto al pubblico, con annesso campo di calcetto, durante il sindacato Mauri, venne successivamente affidato, nell’ottobre del 2015 dall’amministrazione Ferraioli alla Alfainvest S.R.L., che ne doveva curare gli spazi, veniva anche concessa anche la gestione del vicino campo di calcetto e la realizzazione di un chiosco con la gestione degli spazi antistanti mediante l’installazione di arredi, tavoli, ombrelloni e il pagamento della TOSAP. Gran parte delle clausole concessorie, si legge nella determina, sono state disattese nel tempo fino a decidere per la revoca con ordinanza di rimozione delle suppellettili presenti nel chiosco e nell’area circostante, tutto entro trenta giorni dall’atto deliberativo, a spese del comodante. In mancanza di risposte, come scritto nella determina dirigenziale, si procederà allo sgombero coatto della struttura.

Interrogazione consiliare dell’opposizione

Proprio in seguito ai sopralluoghi effettuati dalla Polizia Locale che attestavano le inadempienze contrattuali del gestore e le risultanze dei lavori della Commissione Garanzia e Controllo i consiglieri comunali di opposizione Domenico D’Auria, Vincenzo Ferrara, Roberta D’Antonio e Caterina Barba, oltre a chiedere al responsabile del Patrimonio di valutare la rescissione contrattuale, produssero una interrogazione consiliare “per conoscere quali azioni” venivano disposte “per restituire ai cittadini angresi” il parco urbano di via Niglio situato popoloso quartiere Satriano.

Guarda anche VIDEO – Angri. Salerno. Aree verdi comunali proibite ai più piccoli

Domenico D’Auria: “venga definita concretamente nuova procedura di affidamento di gestione”

“C’è soddisfazione per il lavoro prodotto dall’ufficio patrimonio che finalmente messo fine a un’inadempienza contrattuale rispetto alla quale come gruppo di opposizione ci siamo precedentemente attivati proponendo la discussione e le dovute verifiche sul caso oltre a presentare la specifica interrogazione a cui il Sindaco rispose direttamente in Consiglio Comunale anticipandoci che era stato attivato l’iter per la revoca della concessione. Ora l’auspicio e che venga definita concretamente nuova procedura di affidamento di gestione rivedendo i livelli minimi di solidità economica e qualitativa di chi dovrà garantire alla nostra comunità la fruizione e la conservazione di un parco che potrebbe ridare lo slancio a un quartiere oggi purtroppo definito socialmente un luogo dormitorio” dice il consigliere comunale di “Progettiamo per Angri” Domenico D’Auria.

RePol