Angri. La svista: immobili confiscati con abusi messi a bando

Angri. Bando per l’assegnazione dei beni confiscati rinviati. Ci sono degli abusi edilizi in attesa di condono

Maria Immacolata D'Aniello immobili confiscati abusivi
Maria Immacolata D'Aniello immobili confiscati abusivi

Angri. La svista: immobili confiscati con abusi messi a bando

Bando per l’assegnazione dei beni confiscati rinviati. Ci sono degli abusi edilizi in attesa di condono. Nella fretta di pubblicare la manifestazione d’interesse l’assessorato al patrimonio guidato da Maria Immacolata D’Aniello (Lega) aveva omesso di verificare la situazione urbanistica dei beni confiscati prima di procedere al bando pubblico per l’assegnazione.

Guarda anche Pagani. Oliva: un sostegno concreto per le donne (video)

L’attenta verifica dell ‘UOC Patrimonio ha evitato l’ennesima “gaffe”

Soltanto attraverso la richiesta di riscontro, pre bando, richiesto all’Unità Operativa Complessa Promozione, Sviluppo e Gestione Territoriale da parte dell’U.O.C. Patrimonio, è stato possibile verificare la reale situazione degli immobili e verificare correttamente che quattro manufatti in Via Satriana, secondo gli elaborati e la relazione in possesso degli uffici tecnici, sono soggetti d’istanza di condono. Gli immobili di Via Canneto, inoltre, sono privi di titoli edilizi abitativi così come due immobili in Via Madonna delle Grazie che presentano sottotetti termici realizzati in sopraelevazione al fabbricato. Una ennesima “gaffe” politica evitata all’amministrazione Ferraioli che ha dovuto con imbarazzo rinviare il suddetto bando.

RePol